Menu
Europa / Finlandia / Lapponia

A cavallo in Lapponia finlandese con Tinja Myllykangas

Il mio amore per i cavalli è iniziato tanti anni fa e da allora, ovunque vada, cerco sempre di concedermi un po’ di tempo da passare con loro. Sono creature bellissime, delicate e al tempo stesso forti e vivaci, capaci di sentire le nostre emozioni e comportarsi di conseguenza: percepiscono la nostra paura così come percepiscono il nostro amore per loroAndare a cavallo in Lapponia era uno dei miei sogni e finalmente l’ho realizzato!

Cavalcare nella natura incontaminata della Lapponia è il modo migliore per viverla intensamente fino in fondo e scoprire angoli difficilmente raggiungibili in altri modi.

Tinja Myllykangas e due dei suoi husky
Tinja Myllykangas e due dei suoi husky

Prima di partire per il nostro on the road in Lapponia, Lofoten e Vesterålen sono capitata per caso sul sito di Tinja Myllykangas, una simpatica ragazza di Inari con un amore immenso per i suoi cavalli e i suoi husky. Insieme al suo ragazzo Alex gestisce una piccola fattoria con una decina di cavalli e tanti, tanti husky che non vedono l’ora di sfrecciare come dei matti sulla neve. Senza pensarci troppo le ho mandato una mail chiedendole se fosse possibile cavalcare insieme, alla quale ha risposto positivamente subito dopo. Non riuscivo ancora a crederci: avevo appena organizzato una giornata a cavallo in Lapponia!

Husky alla Farm
Husky alla Farm

Arrivato il giorno tanto desiderato, puntiamo la via sul navigatore e ci addentriamo in una stradina deserta e completamente innevata in mezzo alle foreste lapponi. Il paesaggio è meraviglioso e ci fermiamo ogni due minuti a fotografarlo. Tutto intorno a noi è ghiacciato, l’unico rumore che si sente è lo scorrere della poca acqua del fiume non ancora ghiacciata, un leggero venticello ci accarezza la faccia e noi respiriamo quest’aria magica a pieni polmoni.

Tra una foto e l’altra non ci siamo accorti di aver superato di ben 2 km la poco visibile svolta per la fattoria, ma questo sbaglio in realtà è stato un colpo di fortuna. Nel tornare indietro abbiamo incontrato un numeroso gruppo di renne che si sono divertite a correrci davanti per quasi tutta la strada! Il cuore batte fortissimo, la gioia è immensa e gli occhi brillano emozionati.

Renne incontrate lungo la strada
Renne incontrate lungo la strada

Arrivati alla farm, ancora super eccitati dallo spettacolo a cui abbiamo assistito, veniamo subito accolti dalle feste dei tanti cagnoloni di Tanja. Tempo di presentarci, scambiare due parole e si inizia subito a preparare il cavallo. Indovinate un po’ chi si è ritrovata con il cavallo più grosso, giovane, agitato e dispettoso della Lapponia? La sottoscritta!

Lo spazzoliamo, gli diamo da mangiare, lo ferriamo e… Non gli montiamo la sella! Tanja ha deciso di farci vivere questa esperienza come sono abituati a fare i Lapponi: cavalcare senza sella per entrare in totale armonia con il cavallo. Ci siamo accertati che questo non causasse alcun tipo di problema a Grim, il mio cavallo, e, dopo averci tranquillizzati a riguardo, ci spiega come montare.

Salire senza potersi aggrappare alla sella non è affatto facile, soprattutto con un cavallo così grosso, e ho dovuto farmi dare una mano da Luca pregando in tutte le lingue di non ribaltarmi dall’altra parte! Montare senza sella è una sensazione strana, che non avevo mai provato prima, bella ma difficile allo stesso tempo. Puoi tenerti solo alla briglia, non si possono infilare i piedi da nessuna parte e puoi contare solo sulla forza delle tue gambe, sei solo tu e il cavallo. Si instaura subito un legame di fiducia reciproca ed è bellissimo.

Grim è davvero enorme, altissimo e soprattutto larghissimo! Mi è bastato guardarlo negli occhi per capire la sua voglia di correre in mezzo alle foreste innevate e una scarica di adrenalina mi ha attraversato la schiena. Gli parlo, gli dico di fare il bravo, lo accarezzo e lui mi guarda con quegli occhioni da furbetto che esprimono tutto tranne che la voglia di fare il bravo!!

A cavallo in Lapponia
A cavallo in Lapponia

La temperatura non aiuta, ci sono -25°, e tutto intorno a noi è ricoperto da una coltre di neve alta e morbida che nasconde i sentieri. Devo fidarmi ciecamente di Grim e lo faccio senza problemi.

All’inizio faccio abbastanza fatica ad assecondare i suoi movimenti e a tenermi stretta con le gambe, basta un solo movimento sbagliato e finisco dritta con la faccia nella neve. Capite le mie difficoltà iniziali Grim mi aiuta a suo modo, andando piano e tranquillo. Passati dieci minuti capisce subito che ho preso confidenza con lui e inizia a scalpitare: vuole correre.

È bastato un solo sguardo con Tinja e in men che non si dica eccoci sfrecciare in mezzo agli alberi innevati, su e giù per le colline, liberi e felici. Tutto intorno a noi è ricoperto di neve, sembra di essere in una fiaba. Vediamo un altro branco di renne riposarsi sotto gli alberi innevati, altre correre in mezzo alla neve, il tutto circondato da un’atmosfera irreale e magica.

A cavallo in Lapponia
A cavallo in Lapponia

Restare in groppa senza sella non è facile, soprattutto quando si va al galoppo, ma mi sono sempre sentita al sicuro. Grim è un cavallo estremamente sensibile e capisce subito quando sono in difficoltà, rallentando e dandomi modo di sistemarmi, per poi ripartire come un razzo appena capisce che è tutto a posto!

La passeggiata dura quasi tre ore ed io, tra una galoppata e l’altra, cerco di fotografare con il cuore tutto ciò che ho intorno: questa è stata una delle esperienze più belle che potessi fare.

È tempo di rientrare alla farm e lungo il tragitto abbiamo la fortuna di osservare un bellissimo tramonto, il cielo passa da un rosa pastello ad un arancione accesso ed impossibile non rimanere incantata da tanta bellezza. Sistemo Grim e lo saluto a malincuore, certa che è solo un arrivederci..Si, perché io tonerò presto da lui.

Tramonto alla farm
Tramonto alla farm

Info utili per andare a cavallo in Lapponia:

Se è la prima volta che montate a cavallo non abbiate paura, sarà una delle esperienze più belle della vostra vita. I cavalli sono animali docile ed estremamente intelligenti. Tinja saprà assegnarvi il cavallo adatto alle vostre esigenze e vi seguirà durante tutto il percorso, vive a stretto contatto con i cavalli da una vita e li conosce perfettamente.

I cavalli sono tenuti divinamente e vivono liberi e sereni nel loro enorme recinto di legno. Durante la passeggiata il vostro cavallo seguirà il cavallo di Tinja perciò anche se siete in difficoltà lei è sempre pronta a venire ad aiutarvi, mentre i più esperti possono cavalcare liberamente senza allontanarsi troppo.

L’abbigliamento da indossare è il classico abbigliamento pesante da montagna: giacca da sci pesante e pantaloni da sci che vi permettano di essere liberi con i movimenti. Le mani e i piedi sono le parti del corpo che solitamente rimangono fredde, e ve lo possono assicurare, perciò è bene indossare degli scarponi resistenti alle temperature artiche, un buon sottoguanto e i guantoni da sci pesanti. Prima di partire vi verrà assegnato il classico casco protettivo per precauzione.

L’unica cosa che dovete fare è rilassarvi e vivere intensamente questa meravigliosa avventura e immortalare nella  mente e nel cuore gli splendidi paesaggi che vi circonderanno. Andare a cavallo in Lapponia è un’esperienza unica e vi rimarrà nel cuore per sempre!

Tinja e Alex
Tinja e Alex – foto presa da internet

Se la Lapponia sarà la vostra prossima destinazione, questi articoli potranno esservi utili:

❄ Informazioni generali sulla Lapponia

❄ Informazioni sull’Aurora Boreale

❄ Lapponia finlandese

❄ Lapponia norvegese e isole

❄ Lapponia svedese

❄ Lapponia russa

Scopri di più sull’Artico iniziando dalla nostra guida Artico: un mondo da proteggere oltre il Circolo Polare Artico e dalla nostra Photo Gallery! Per approfondimenti sulle popolazioni dell’Artico date un’occhiata al nostro progetto People of the Arctic: un viaggio alla scoperta degli abitanti dell’Artico.

2 Comments

  • Meridiano307
    10 Ottobre 2016 at 12:09

    Oddioooo, ma questa è una delle cose più belle che abbia mai letto. Che emozione che dev’essere stata. Io sto cercando info sulla Lapponia, pensavo di andare tra Natale e Capodanno..magari tornerò a stressarti per qualche consiglio 😉

    Reply
    • Elisa Polini
      10 Ottobre 2016 at 12:15

      Grazie! 🙂 è stata una delle esperienze più belle ed emozionanti della mia vita. L’atmosfera che si respira nel periodo natalizio è bellissima, ottima scelta!
      Se ti servono altre info scrivimi tranquillamente, è un piacere per me.

      Reply

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.