Menu
Europa / Islanda

Cascate in Islanda.. D’inverno!

Immaginatevi una natura selvaggia ed incontaminata, ghiacciai, spiagge di sabbia nera, vulcani, geyser, lagune, fiordi, cavalli in libertà, e chi più ne ha più ne metta. Cosa vi viene in mente? A noi una sola parola: Islanda. Ma l’Islanda non è solo questo. Durante un viaggio on the road è possibile ammirare anche le sue innumerevoli cascate che si incontrano lungo la strada principale ma non solo, basta prendere qualche strada secondaria ed eccone altre, e altre, e altre ancora! Le cascate in Islanda sono innumerevoli, circa diecimila, e ogni anno con lo scioglimento dei ghiacciai se ne formano di nuove.

Uno dei motivi principali che ci ha spinto a scegliere il periodo invernale come primo viaggio on the road in Islanda, oltre al voler vedere l’aurora boreale danzare nel cielo di questa meravigliosa isola, era il voler vedere le sue cascate ghiacciate e circondate dalla neve. Guardando migliaia e migliaia di foto su internet la prima cosa che ci è venuta in mente è stata ‘se sono così belle d’estate, chissà come saranno in inverno, completamente ghiacciate‘, e fu così che ci ritrovammo con i biglietti aerei in mano!

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Kirkjufellfoss

Sistemando le migliaia di foto che abbiamo fatto, abbiamo rivissuto le stesse emozioni provate davanti alla maestosità delle cascate in Islanda e vogliamo condividerle con voi. Di seguito trovate quelle che ci hanno colpito maggiormente, sia nelle loro vesti invernali sia in quelle autunnali dato che, di neve, ne abbiamo trovata ben poca!

Gullfoss

Cascate in Islanda
Circolo d’Oro – Gullfoss

In islandese Gullfoss significa Cascata d’oro e molti la considerano la più bella cascata d’Islanda. È anche la più conosciuta data la sua vicinanza a Reykjavik, dista soltanto 2 ore d’auto dalla capitale e si trova lungo la strada 35, e raggiungerla non è affatto difficile. La cascata nasce dal fiume Hvítá che improvvisamente cade in una grande fessura della terra, producendo una fitta nebbiolina e molto spesso bellissimi arcobaleni. Questa cascata è formata da 2 salti, di 21 e 11 metri, e i sentieri in legno permettono di avvicinarsi davvero tanto e di vederla anche dall’alto, da dove è possibile ammirare il canyon che ha scavato nel corso degli anni. In inverno la maggior parte della cascata è ghiacciata e siccome questa zona è molto ventosa vi consiglio di coprirvi bene con guanti, sciarpa e berretto. Fate attenzione a non scivolare perché in inverno i percorsi sono ricoperti di neve e spesso sono ghiacciati.

Öxaráfoss

Cascate in Islanda
Circolo d’Oro – Oxararfoss

Situata all’interno del Parco Nazionale di Þingvellir, fa un salto di 20 metri. Si dice sia stata creata deviando il fiume Öxará per portare acqua durante le sedute del primo parlamento che si riuniva in questo parco.

Háifoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Háifoss

Questa cascata è la seconda cascata più alta d’Islanda, con un’altezza di 122 metri. Per raggiungerla c’è una stradina sterrata di 7-8 km che è possibile percorrerla solo se è in buone condizioni. In alternativa ci si può arrivare con una bella camminata a piedi se il tempo ve lo permette.

Hjálparfoss

Cascate in Islanda
Circolo d’Oro – Hjálparfoss

La cascata Hjálparfoss si trova lungo la strada 32 nella valle di Thjorsardalur, non lontano dalla Háifoss. Si presenta con un bellissimo doppio salto tra le rocce vulcaniche.

Goðafoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Goðafoss

Il suo nome significa Cascata degli Dei ed ha un salto di circa 12 metri su una larghezza di 30 m. Prende il suo nome da una leggenda secondo la quale, nel 1000 d.C. l’oratore della legge Þorgeir Ljósvetningagoði si convertì al Cristianesimo e la fece diventare la religione ufficiale dell’Islanda. Al suo ritorno dall’Alþingi, Þorgeir gettò le statue degli dei norreni nella cascata.

Aldeyjarfoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Aldeyjarfoss

In inverno è raggiungibile solamente in superjeep. Ha un salto di 20 metri ed è molto simile alla Svartifoss in quanto, anche questa, cade fra colonne di basalto nere che creano un bellissimo contrasto con il bianco dell’acqua e della neve che la circonda.

Hrafnabjargafoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Hrafnabjargafoss

Si trova qualche chilometro a nord di Goðafoss, formata dallo stesso fiume, e in inverno è accessibile solamente in superjeep. Questa cascata è divisa in due parti: la parte nord è composta da piccole cascatine che si riversano nel fiume e scorrono di fianco ad una isoletta di roccia, mentre la parte sud, la più bella, è composta da una maestosa cascata che cade dalle pareti rocciose completamente ghiacciate dentro ad una specie di marmitta di roccia per poi scorrere verso valle passando sotto un arco naturale di pietra, anch’esso completamente ghiacciato.

Aldeyjarfoss e Hrafnabjargafoss le abbiamo potute visitare solamente con un’escursione in Super Jeep organizzata da IceAk Super Jeep.

Dettifoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Dettifoss

È la più potente cascata islandese e d’Europa. È alta 44 m e larga 100 m, mentre la portata dell’acqua dipende dalle precipitazioni e dallo scioglimento del ghiacciaio Vatnajökull.

Selfoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Selfoss

Si trova poco più a sud di Dettifoss ed è alta dagli 8 ai 14 metri . Si presenta come un velo d’acqua che cade formando un ferro di cavallo con numerosissimi salti sulle rocce.

Svartifoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Svartifoss

Questa cascata, denominata anche Cascata Nera, è situata all’interno del Parco nazionale Skaftafell. Il colore nero delle sue rocce deriva dalla presenza di colonne di basalto di provenienza vulcanica. La cascata è raggiungibile a piedi in circa 45 minuti, percorrendo un sentiero che parte dal campeggio del parco.

Seljalandsfoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Seljalandsfoss

Chiamata anche Cascata Liquida, è tra le più note cascate dell’Islanda. Si trova nella parte meridionale dell’Isola, vicino alla cascata Skogafoss. C’è un breve sentiero che permette di camminarci intorno e addirittura dietro! C’è da fare parecchia attenzione però perché in inverno è ghiacciato e si rischia di scivolare, vi consigliamo di usare dei ramponi.

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Seljalandsfoss

Skógafoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Skógafoss

La cascata è larga 25 metri e alta 60 metri. A destra del salto c’è una scalinata di circa 700 gradini che porta in cima alla cascata e a pochi passi dall’inizio del salto. Anche qui bisogna stare molto attenti al ghiaccio e vi consigliamo l’uso dei ramponi. A questa bellissima cascata è attribuito un potere magico: si dice che chiunque si bagni nelle sue acque possa ritrovare un oggetto perduto e a lungo cercato.

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Skógafoss

Gljúfurárfoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Gljufrafoss

Chiamata anche Cascata Nascosta e, vedendola, abbiamo capito il perché! La cascata è nascosta fra le rocce e si raggiunge in circa un quarto d’ora a piedi dalla vicina cascata Seljalandsfoss. Fa un salto di circa 40 metri e anche d’inverno è possibile addentrarsi nella gola per poterla ammirare da sotto. Vi sconsigliamo invece di fare il percorso che porta fino in cima perché è davvero difficile e pericoloso.

Merkjárfoss

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Gluggafoss

Più conosciuta come Gluggafoss viene anche chiamata the Window Falls in quanto il fiume, nel corso degli anni, ha scavato tunnel e una serie di ‘finestre’ nella roccia. La parte superiore della cascata è formata da tufo, mentre la parte inferiore da basalto.  La parte superiore della cascata passa sotto ad un arco di pietra per poi dividersi in due man mano che scende e ricongiungersi alla fine. Intorno al 1947 la metà superiore della cascata scorreva in un tunnel verticale dietro la roccia ed era visibile solo attraverso tre diverse aperture o ‘finestre’ posizionate una sopra l’altra. L’acqua usciva dalla finestra inferiore formando un bellissimo arco, tranne quando il livello dell’acqua del fiume era troppo alto, costringendola ad uscire attraverso tutte e tre le finestre. Un altro grosso cambiamento si è verificato nel 1947 dopo l’eruzione dell’Hekla: la sua cenere ha tappato il tunnel e ci sono voluti circa 50 anni per far tornare la cascata al suo antico splendore.

Hraunfossar

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda – Hraunfossar

Questa cascata è protetta dal 1987 ed è formata dall’acqua di sorgenti sotterranee che defluisce dalla lava del campo lavico di Hallmundarhraun, creando tanti fiumiciattoli che finiscono poi nel fiume Hvita. Poco distante si trova anche la cascata Barnafoss.

Altre cascate in Islanda!

Le cascate in Islanda sono talmente tante che durante un on the road se ne vedono davvero a centinaia, soprattutto verso la fine dell’inverno, quando la neve e il ghiaccio inizia a sciogliersi.

Di seguito trovate qualche foto delle cascate che abbiamo visto lungo la strada e di cui non sappiamo il nome…O forse nemmeno lo hanno un nome!

Cascate in Islanda
Cascate in Islanda
Cascate in Islanda
Cascate in Islanda

Queste sono alcune cascate che abbiamo visto durante il nostro bellissimo viaggio in Islanda ma ce ne sono davvero tante altre lungo la strada. Sicuramente in estate è possibile visitarne di più, ma la magia dell’inverno è qualcosa di unico e inspiegabile e vi consigliamo di cuore di visitare questa splendida isola anche in questa stagione, non ve ne pentirete.

Se l’Islanda sarà la vostra prossima destinazione, allora questi articoli potrebbero esservi utili:

❄ Informazioni generali e curiosità

❄ Cosa vedere e cosa fare

❄ Aurora Boreale

Date un’occhiata anche alla nostra guida Artico: un mondo da proteggere oltre il Circolo Polare Artico per saperne di più su questo meraviglioso mondo di ghiaccio e alla nostra Photo Gallery.

2 Comments

  • Elisa Polini
    29 Maggio 2017 at 7:06

    Ciao Maddalena! Grazie per essere passata e per le tue belle parole! 🙂
    Ti auguro di poterli vedere con i tuoi occhi questi posti. Un abbraccio

    Reply
  • maddalena
    27 Maggio 2017 at 12:48

    Madonna che posti, tengo aperto il tuo blog e giro un po’. E poi torno anche quando fa caldo o ho bisogno di sognare. Un giorno viaggerò anche. Favolose.

    Reply

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.