Menu
Europa / Romania

Cosa vedere a Brasov: una città medievale nel cuore della Transilvania

Brasov è una pittoresca città medievale situata nel cuore della Transilvania, a circa 180 chilometri da Bucarest e immersa nello splendido scenario dei Carpazi, dove cultura e storia si uniscono e si fondono alle perfezione. La città è una vecchia colonia mercantile, chiamata Corona, fondata nel XIII da un gruppo di cavalieri teutonici su incarico dell’allora Re d’Ungheria e successivamente fortificata dai Sassoni.

Brasov è la città più grande della Transilvania e la prima cosa che noterete arrivando in auto sarà l’eccentrica scritta ‘Brasov’ in stile hollywoodiano situata in cima al monte Tampa. Il suo centro storico è rimasto praticamente intatto nel tempo, così come la cinta muraria che la abbraccia. All’esterno delle mura si è sviluppata invece la parte nuova e moderna della città. È caratterizzata da un grande via vai di persone e con poche attrazioni interessanti da visitare.

  1. Cosa vedere a Brasov
  2. Come arrivare a Brasov
  3. Come muoversi a Brasov
  4. Dove dormire a Brasov

Cosa vedere a Brasov: una città medievale nel cuore della Transilvania

Brasov: Piata Sfatului
Brasov: Piata Sfatului

Cosa vedere a Brasov

Potete iniziare la vostra visita dal suo gioiello più prezioso, una passeggiata nel suo centro storico, un insieme di vie e viuzze acciottolate contornate da edifici storici con facciate in stile barocco e guglie gotiche. Più che passeggiare in una città della Romania vi sembrerà davvero di essere finiti per sbaglio in Germania o in Austria. La maggior parte delle abitazioni del centro storico, così come alcune chiese e la cinta muraria difensiva che lo circonda, alta circa 12 metri e lunga 3 chilometri, furono costruite dai sassoni quando fondarono proprio qui la loro colonia mercantile ai tempi battezzata Kronstadt.

Brasov: Piata Sfatului
Brasov: Piata Sfatului

Lungo la cinta muraria, nei punti ritenuti più fragili dal punto di vista difensivo, furono costruiti 7 bastioni tutt’oggi visibili, ognuno presidiato da militari che davano l’allarme in caso di attacco. Tra i bastioni più belli ci sono:

  • Postăvarilor (Bastione dei Rifugi) costruito tra gli anni 1450 e 1455
  • Funarilor risalente al 1416
  • Fierarirol (Bastione dei Fabbri) risalente al 1520
  • Tesatorilor (Bastione dei Tessitori) costruito in due fasi tra il 1421-1436 e il 1570-1573 e con annesso il Museo delle Fortificazioni della città.
  • Graft costruito tra il 1515 e il 1521 per garantire la comunicazione dei difensori della Torre Bianca con la fortezza. Al suo interno attualmente si organizzano mostre temporanee e laboratori.
Bastione di Brasov
Bastione di Brasov

Iniziate dalla meravigliosa Piata Sfatului, la piazza principale situata nel cuore della città medievale, costruita nel XIII secolo. In questa piazza si trova l’antica Casa Sfatului, un palazzo risalente al 1420 sormontato dalla Torre del Trombettiere dove si riunivano i consiglieri della città, ed il Palazzo del Consiglio che oggi ospita il Museo storico di Brasov. Di fronte si trova la rinascimentale e meravigliosa Casa Hirscher, conosciuta come la Casa dei Mercanti, costruita tra il 1539 e il 1545 su volere di Apollonia Hirscher, vedova dell’allora sindaco Lucas Hirscher.

La casa veniva utilizzata dai mercanti per svolgere le loro contrattazioni. Durante il periodo natalizio in piazza viene acceso un enorme albero e viene allestito un grazioso mercatino di Natale. Una leggenda associa questa piazza alla fiaba dei fratelli Grimm, meglio conosciuta come il Pifferaio Magico. Narra che i bambini scomparsi da Hamelin (Germania) per mano del pifferaio, ricomparvero proprio in Piata Sfatului. Un’altra leggenda associa questa piazza alla Piazza delle gogne dove venivano processate e impiccate le streghe.

Brasov: Piata Sfatului dall'alto
Brasov: Piata Sfatului dall’alto

Continuate poi verso la Biserica Neagram, la bellissima Chiesa Nera, la più grande chiesa Gotica della Romania o meglio la più grande chiesa gotica dell’Europa orientale! La chiesa, il simbolo più conosciuto della città e monumento storico della Romania, fu costruita tra il 1383 e il 1480 e deve il suo nome ad un incendio che scoppiò nel 1689 e che annerì le sue mura esterne. Al suo interno si trovano un organo del 1839 con circa 4.000 canne e una delle più grandi collezioni di tappeti orientali in Europa. All’esterno vanta un campanile che ospita la più grande campana di bronzo della Romania, del peso di 6 tonnellate. IN cima si trova un meraviglioso orologio affrescato con diverse decorazioni, una per ogni facciata della torre.

Una leggenda popolare narra di un bambino che, dopo aver disturbato e criticato il lavoro svolto da un muratore, venne gettato dal campanile. Il muratore, per nascondere il crimine, murò il suo corpo all’interno di una parete della chiesa. La chiesa è aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, da Aprile a metà Ottobre dalle 10.00 alle 19.00. Da metà Ottobre ad Aprile dalle 10.00 alle 16.00. Tutte le domeniche l’apertura è posticipata alle 12.00. L’ingresso costa 10 Lei.

Brasov: Chiesa Nera
Brasov: Chiesa Nera
Brasov: Chiesa Nera
Brasov: Chiesa Nera

Di fronte alla chiesa trovate uno spiazzo chiamato Curtea Honterus al cui centro si trova la statua del teologo rumeno Johannes Honterus. Il teologo fu il primo ad introdurre la stampa a Brasov. Ad esso sono dedicati anche altri 3 edifici neoclassici sede del liceo bilingue (tedesco e rumeno).

Brasov: Statua di Honterus
Brasov: Statua di Honterus

Dal Bastione Graft si possono raggiungere la Torre Bianca e la Torre Nera, due torri che sorvegliano la città vecchia in posizione sopraelevata. La Torre Bianca risale alla fine del XV secolo, è alta circa 40 metri e si trova al di fuori della cinta muraria, così come la sua gemella, per difendere la città dagli attacchi nemici. La torre era collegata al Bastione Graft grazie ad una scalinata e ad un ponte levatoio. La torre bruciò durante l’incendio del 1689 ma fu sistemata nel 1723 e successivamente nel 1902. Seguì una nuova ristrutturazione tra il 2003 e il 2005 che la vide diventare un museo, ospitando parte della collezione del Museo Provinciale di Storia.

La Torre Nera fu costruita contemporaneamente alla cinta muraria della città. Si trova su una roccia di fronte al Bastion Feriarilor e serviva come difesa in caso di attacchi esterni. La torre è collegata alla città grazie ad una scalinata ed è collegata al bastione grazie ad un ponte levatoio sul fiume Graft. La Torre Nera deve il suo nome ad un incendio provocato da un fulmine che la colpì nel 1559. Dal 2001 la torre ospita una parte della collezione del Museo Provinciale di Storia. Al suo interno si possono ammirare armi, armature e attrezzi usati all’epoca dagli abitanti.

Dalla piazza si possono raggiungere anche le due antiche porte d’ingresso alla città, Porta Schei e Porta Ecaterinei. La Porta di Santa Caterina è una costruzione in stile rinascimentale risalente al 1559, coronata da 4 piccole torri che simboleggiano lo jus gladii, il potere di vita e di morte sui sudditi. La torre riporta lo stemma di Brasov, la corona, ed è uno dei principali ingressi della città. La Porta Schei invece risale al 1827 e rappresentava la porta per entrare nell’omonimo quartiere, zona d’insediamento della più antica comunità romena.

Vicino a Porta Schei si trova la Sinagoga Neologistaun luogo di culto ebraico costruito tra il 1899 e il 1901, costruita in stile neogotico e moresco con accenni di stile romanico. La sinagoga è stata rinnovata nel 2001 in occasione del suo centenario ed è stata inserita nella lista dei monumenti storici nella contea di Brasov nel 2015.

Brasov: Porta Ecaterinei
Brasov: Porta Ecaterinei

Fuori dalle mura potete visitare il quartiere Schei, il quartiere vecchio della città, dove si trova la bellissima Biserica Sf. Nicolae (Chiesa di San Nicola), risalente al XIV secolo e situata in Piata Unirii. All’interno del complesso di San Nicolae si trova la Prima Scoala Româneasca, un edificio del 1495 ricostruito nel 1760, la prima scuola in lingua romena della città, che oggi ospita il Complesso Museale di Schei. Al suo interno sono conservati più di 4.000 manoscritti antichi e 30.000 documenti storici e carte topografiche, e il Tetravangelo miniato da Mateias del 1560.

Intorno alla piazza si sviluppa una zona pedonale dove è possibile trovare diversi pub, ristoranti, locali, bar, pasticcerie, negozi e una delle vie più strette d’Europa, chiamata Str Sforii (Via della Corda), larga 1,32 metri e lunga 83 metri. Anni fa i vigili del fuoco utilizzavano questa stradina come via di accesso, mentre oggi collega tra di loro due strade, Poarta Schei e Strada Cerbului. Uno dei più importanti viali pedonali di Brasov è Str Republicii, dove si trovano botteghe con prodotti artigianali, antiche case e boutique di un certo livello. Alla fine del viale si trova una croce commemorativa in legno dedicata alle vittime della rivoluzione del 1989, i cui nomi sono incisi su una lastra di pietra situata nel Cimitero degli Eroi.

Brasov: Chiesa di San Nicola
Brasov: Chiesa di San Nicola

Godetevi la vista dalla Cittadella di Brasov, una piccola città fortificata situata in cima ad un colle e raggiungibile percorrendo un semplice sentiero in circa 20 minuti dal centro città. In alternativa la si può raggiungere seguendo la strada carrabile, più lunga, sempre a piedi o comodamente in auto. Da lassù si gode della visuale più bella su tutta Brasov, dalla città nuova e moderna alla città vecchia.

Se vi avanza tempo invece potete salire sul Monte Tampa, dove si trova l’hollywoodiana scritta BRASOV, grazie ad una comoda funivia (tutti i giorni dalle 9.30 alle 16.00, chiusa il lunedì) oppure percorrendo un facile sentiero di circa 4 chilometri. In cima alla funivia si trova un piccolo bar dove è possibile bere qualcosa di caldo o fare una piccola merenda. Dopo esservi scaldati un po’ potete raggiungere, tramite un breve sentiero che passa dietro alla scritta, una terrazza panoramica dalla quale godere di una bellissima vista su tutta Brasov. Fate attenzione a percorrere il sentiero durante il periodo invernale e in primavera in quanto spesso e volentieri è ricoperto da neve e ghiaccio e diventa davvero scivoloso e a tratti pericoloso. Inoltre in questa zona capita spesso che gli orsi si avvicinino al centro abitato perciò fate davvero molta attenzione!

Cittadella di Brasov
Cittadella di Brasov
Cittadella di Brasov
Cittadella di Brasov

Come arrivare a Brasov

Gli aeroporti più vicini per raggiungere Brasov in aereo sono quelli della capitale, Bucarest, e di Sibiu. È possibile raggiungere la Romania low-cost con WizzAir, Ryanair e Blue Air, partendo dai 15€ per un volo senza bagaglio, in su.

È possibile raggiungere Brasov anche in treno partendo da Bucarest, in circa 2 ore e mezza, alla quale è ben collegata con partenze giornaliere oppure partendo da Cluj-Napoca o Sibiu. In alternativa noi vi consigliamo di noleggiare l’auto una volta arrivati in aeroporto e visitare la Transilvania in totale autonomia.

Brasov non è servita dalla rete autostradale rumena, ad oggi è in fase di costruzione, ma collocata al centro di un importante nodo stradale dal quale partono diverse strade nazionali. Brasov è facilmente raggiungibile in auto praticamente da ogni lato della Transilvania e della Romania.

Brasov
Brasov

Come muoversi a Brasov

Brasov è una città molto semplice da visitare ed è possibile muoversi tranquillamente a piedi, soprattutto all’interno del suo centro storico dove sono concentrate la maggior parte dei luoghi d’interesse. Per i grandi spostamenti potete utilizzare una delle 7 compagnie di taxi, al costo di 1,35 Lei al chilometro.

Se invece desiderate spostarvi utilizzando i mezzi pubblici, Brașov è ben servita da una vasta rete di trasporti urbani, composta da 47 linee di autobus e filobus urbani. Il biglietto lo si può acquistare presso ai chioschi situati vicino alle fermate e il costo è di 2 Lei per un biglietto di sola andata (i bambini sotto i 5 anni viaggiano gratis). È possibile acquistare anche abbonamenti da 1, 7 o 30 giorni, per due o più linee di trasporto. Potete consultare gli orari e le varie linee sul sito della RAT Brasov.

Mappa della città vecchia di Brasov
Mappa della città vecchia di Brasov

Dove dormire a Brasov

Noi abbiamo scelto di alloggiare al Main Square Apartments & More, situato di fronte a Piata Sfatului, in pieno centro, in un edificio storico ristrutturato. La posizione di questo hotel è perfetta per raggiungere tutti i luoghi principali della città comodamente a piedi. Nelle vicinanze ci sono tantissimi bar e ristorantini tipici, negozi di alimentari e di artigianato locale.

Gli appartamenti hanno una TV via cavo, un’area salotto, una cucina ben attrezzata e un bagno privato con set di cortesia. Dal nostro appartamento si godeva di una splendida vista panoramica sulla piazza. Se viaggerete in auto troverete un parcheggio pubblico gratuito poco distante dall’edificio.

Chiesa ortodossa di Brasov
Chiesa ortodossa di Brasov

Se la Romania sarà la vostra prossima destinazione, allora potrebbero interessarvi anche i seguenti articoli:

2 Comments

  • Sandra
    31 Gennaio 2019 at 10:08

    Buongiorno, grazie mille per l’articolo. Insieme ai miei amici, vorremmo organizzare un viaggio on the road in Romania per quest’estate. Oltre a Bucarest, stavamo cercando altre destinazioni da visitare e Brasov ci sembra una meta ideale da inserire nell’itinerario.

    Stavamo cercando anche le offerte per B&B. Avete qualche suggerimento? Per il noleggio auto stiamo valutando alcune proposte dei comparatori come Rentalcars, tinoleggio e altre. Avete esperienze in merito? Grazie mille

    Reply
    • Elisa Polini
      31 Gennaio 2019 at 10:19

      Ciao Sandra,

      Grazie per i complimenti.
      Per i B&B non abbiamo suggerimenti in quanto noi abbiamo alloggiato nell’appartamento scritto nell’articolo.
      Per il noleggio auto invece potete provare a guardare anche Klass Wagen con la quale abbiamo noleggiato l’auto noi e ci siamo trovati bene.

      Reply

Leave a Reply