Menu
Europa / Svizzera

Ghiacciaio del Pers: funivia del Diavolezza, idromassaggio a 3.000 metri!

Durante l’escursione sul Trenino del Bernina, una delle tappe più belle a livello paesaggistico ed escursionistico da fare è la salita con la funivia del Diavolezza, fino a raggiungere i 2.978 metri. Lassù la vista che si gode dalla piattaforma panoramica è mozzafiato e spazia sulle cime più belle del Gruppo del Bernina. Il Diavolezza è un piccolo paradiso per gli sciatori, per gli amanti della natura e dell’alta montagna come noi. Un paradiso avvolto da un’antica leggenda che narra di una diavolessa che viveva in un castello tra le rocce del Chapütschöl e del Munt Pers e, protetta dai suoi camosci, faceva scomparire tra i monti chiunque la seguisse.

Da qui è possibile percorrere diversi sentieri verso il Ghiacciaio del Pers (conosciuto anche come Ghiacciaio del Diavolezza) e il Ghiacciaio del Morteratsch, percorrere la via ferrata del Piz Trovat oppure rilassarsi nella Jacuzzi più alta d’Europa! E, perché no, gustare un ottimo pranzo a base di piatti tipici locali nel ristorante del rifugio.

Potrebbe interessarvi anche il nostro articolo Ghiacciaio del Morteratsch: un sentiero tra leggende e curiosità.

Diavolezza: vista sul Ghiacciaio del Pers
Diavolezza: vista sul Ghiacciaio del Pers

Ci troviamo immersi in un ambiente di alta montagna, immerso nella neve e abbracciato dai ghiacciai che scendono dolcemente dalle cime del Piz Palù (3.901 metri). Dall’alto dei suoi 4.049 metri, da lontano, il Piz Bernina si staglia verso il cielo con fierezza, quasi a voler ricordare chi è il vero vip della zona. Chiudono in un gelido abbraccio altre famose vette, come il Piz Trovat (3.146 metri), il il Bellavista (3.922 metri), il Munt Pers (3.207 metri) e il Piz Morteratsch (3.751 metri).

A separare queste splendide montagne troviamo il Ghiacciaio del Morteratsch e il Ghiacciaio del Pers, un ghiacciaio di tipo vallivo il cui bacino di accumulo si trova tra le vette che lo circondano. Il Ghiacciaio del Pers ha una superficie di circa 6 chilometri quadrati e una lunghezza di circa 4 chilometri.

Potrebbe interessarvi un approfondimento sui ghiacciai: 10+ curiosità sui ghiacciai: dalla formazione allo scioglimento.

Durante il suo tragitto verso valle un tempo il Ghiacciaio del Pers percorreva un dislivello di 1.500 metri, fino a tuffarsi nel Ghiacciaio del Morteratsch, alimentandolo. Oggi invece le due lingue non si uniscono più. Anche il Ghiacciaio del Pers, purtroppo, come i suoi vicini, si sta ritirando notevolmente negli ultimi anni a causa del riscaldamento globale e la sua posizione, esposta al sole per molte ore, di certo non lo aiuta.

Si stima che il suo spessore si stia riducendo di anno in anno e che presto, la sua lingua, potrebbe ritirarsi di diversi chilometri. Per cercare di contrastare questo ritiro, e per preservare una delle piste da sci più rinomate della Svizzera, durante il periodo primaverile/estivo, il ghiacciaio viene coperto con appositi teloni geo-termici che schermano la massa di ghiaccio e ne rallentano lo scioglimento.

Vista satellitare sulla Diavolezza e sui ghiacciai Pers, Morteratsch e Fortezza
Vista satellitare sulla Diavolezza e sui ghiacciai Pers, Morteratsch e Fortezza

La Jacuzzi più alta d’Europa

Una volta raggiunto il Rifugio Berghaus, nel cuore dell’Alta Engadina, potete rilassarvi con un bel idromassaggio nella Jacuzzi più alta d’Europa, godendo di una splendida vista sui ghiacciai e sulle vette più belle del Gruppo del Bernina. La Jacuzzi è situata sulla terrazza panoramica a quota 2.978 metri e, mentre fuori soffierà un leggero vento frizzantino, voi sarete immersi nell’acqua calda a 41°.

La Jacuzzi costa CHF 29,00 (circa € 26,20) a persona e, incluso nel servizio, avrete a disposizione una camera per cambiarvi, mentre per la doccia dovrete utilizzare i bagni in comune. Nel prezzo sono inclusi le ciabatte, il telo in spugna e l’accappatoio, mentre è possibile noleggiare il costume al costo di CHF 5,00 (circa € 4,50). Il bagno dura un’ora.

Vi consigliamo di prenotare con largo anticipo in quanto la vasca è una sola e potreste trovarla sempre occupata durante l’alta stagione. Potete prenotare contattando direttamente il Rifugio Berghaus tramite mail (berghaus@diavolezza.ch). Potete scrivere in italiano.

La funivia del Diavolezza

La Funivia del Diavolezza è il modo più panoramico per raggiungere il rifugio e la piattaforma panoramica sul Ghiacciaio del Pers. Lungo il percorso della funivia si gode di una bella vista panoramica sulle vette circostanti e sui Laghi del Diavolezza, raggiungibili grazie ad un semplice sentiero.

Diavolezza è una delle fermate del Trenino del Bernina, ma se la raggiungete in auto potete parcheggiare nell’ampio parcheggio vicino alla funivia a valle. Il biglietto di risalita è acquistabile direttamente in loco alla biglietteria della funivia. La salita costa CHF 39,00 (circa € 35,20) andata e ritorno, oppure CHF 27,50 (circa € 24,80) solo andata o solo ritorno. I bambini tra i 13 e i 17 anni pagano CHF 26,00 (circa € 23,50) a/r oppure CHF 18,50 (circa € 16,70) per una singola tratta. La funivia è aperta tutti i giorni in estate dalle 8.20 alle 17.00 (ultoma salita) e in inverno dalle 7.40 alle 16.20 (ultima salita). Trovate gli orari sempre aggiornati su questo sito.

Escursioni nei dintorni del Diavolezza

Il Diavolezza è il paradiso per gli amanti dello sci alpino e, con le sue piste, è una delle stazioni sciistiche più rinomate della Svizzera. La pista più conosciuta e bella è senza dubbio quella che scende dal Ghiaccio del Pers e del Morteratsch, coprendo una lunghezza di ben 10 chilometri, percorribile in circa 45 minuti. Questa pista è classificata come rossa, ma un tratto di circa 250/300 metri potrebbe essere tranquillamente classificato come nero. La pista è segnalata ed è praticabile da Gennaio a Marzo a seconda delle condizioni della neve e del ghiaccio. È assolutamente sconsigliato lasciare la pista segnalata, in quanto vi trovate in un ambiente glaciale con la presenza di molti crepacci.

Il punto di arrivo è la stazione ferroviaria del Trenino del Bernina a Morteratsch e potete tornare a Diavolezza usufruendo della Ferrovia Retica gratuitamente, in quanto la tratta è compresa nello skipass valido per il comprensorio Diavolezza/Lagalb.

Se cercate un’esperienza unica, provare la Glüna Plaina (luna piena), la discesa serale con gli sci durante le notti di luna piena. Se invece siete manti del freeride, vi consigliamo le piste del Lagalb, situate sul versante opposto, le più impegnative di tutta l’Engadina. Queste piste hanno pendenze notevoli, molto ripide, e coperte da neve fresca. Diavolezza e Lagalb sono collegate da un servizio di bus navetta e da un servizio di skilift.

Se siete amanti del trekking qui troverete pane per i vostri denti, soprattutto in estate, a partire dalla salita a piedi fino alla piattaforma panoramica, passando dal Lej da Diavolezza. In alternativa potete raggiungere il Lago di Diavolezza partendo dalla stazione della funivia alta, scendendo prima fino alla stazione di arrivo della seggiovia per poi scendete, costeggiando la cresta del Sass Queder, fino al lago. Lungo il percorso si trova il Muots Ravulaunas, il monte delle pernici bianche, e con un po’ di fortuna potrete avvistarne qualcuna durante l’escursione. Per raggiungere la stazione a valle vi basterà seguire la pista di sci.

Un altro sentiero facile e adatto anche ai bambini è quello che sale prima al Lej da las Collinas e poi, con una deviazione, sale al Lej da Diavolezza. Tutta quest’area è popolata da rare varietà di piante e anomali.

In quota invece potete percorrere il sentiero che porta al Sass Queder (circa 30 minuti), dal quale si gode di una splendida vista che spazia dal Passo del Bernina alla Valtellina, oppure il sentiero che porta al Munt Pers, con alcuni tratti ripidi, dal quale si ha uno splendido panorama sui ghiacciai di Pers e Morteratsch e sulle cime di Piz Palü, Piz Bellavista e Piz Bernina.

Diavolezza: Mappa della zona e dei sentieri (clicca per ingrandire)
Diavolezza: Mappa della zona e dei sentieri (clicca per ingrandire)

Questo articolo fa parte della nostra rubrica #IceInItaly! Potrebbero interessarvi anche:

Se siete interessati alle gite in Lombardia, date un’occhiata a questi articoli:

☀️ Milano e dintorni

☀️ Como e dintorni

☀️ Sondrio e dintorni

☀️ Lecco e dintorni

Per tutte le altre regioni italiane, date un’occhiata alla sezione Italia del blog.

No Comments

    Leave a Reply