Menu
Asia / Cina

Visitare la Grande Muraglia Cinese: dove andare e informazioni utili

Visitare la Grande Muraglia Cinese era uno dei motivi principali che ci ha spinto ad organizzare un viaggio in Cina. Volevamo toccare con mano e riempirci gli occhi con l’immensità di questa meravigliosa costruzione millenaria e non ne siamo affatto rimasti delusi.

Prima di partire per la Cina ci siamo documentati tanto sulla Grande Muraglia Cinese e sul posto migliore dove andare a visitarla senza essere travolti dal turismo di massa. Per noi era fondamentale trovare una parte isolata e non restaurata per poter fare determinate fotografie e per poter respirare a pieni polmoni quell’autenticità che altre zone hanno ormai perso.

Grande Muraglia Cinese
La Grande Muraglia Cinese vista da Jinshanling

Le classiche e più comode gite organizzate portano a Bādáling (la parte più ristrutturata e più vicina a Beijīng) e a volte includono anche la visita alle Tombe Ming. Altre portano alla più lontana Mùtiányù, la quale si raggiunge in circa 3 ore, ma ormai anche questa è stata presa di mira dai turisti. Un altro motivo che le rende così affollate è il fatto che le si possono raggiungere tranquillamente e in poco tempo con i mezzi pubblici in partenza da Pechino.

Badaling la si può raggiungere con l’autobus n. 919 che parte dalla stazione degli autobus di Deshengmen (raggiungibile con la linea 2 della metro – fermata Jishuitan) oppure via treno, dalla stazione dei treni di Pechino Nord.

Mutianyu la si può raggiungere con l’autobus n. 867 che, in estate, parte alle 7 e alle 8:30 a.m. dalla stazione di Dongzhimen.

Dopo svariate ricerche abbiamo trovato solo tre possibili opzioni:
– il tratto che va da Jīnshānling a Simatai
– Il tratto che va da Gubeikou a Jīnshānling
– Il tratto che va da Jiànkòu a Mùtiányù, la parte più spettacolare e difficile da percorrere della grande muraglia cinese non ristrutturata

La Grande Muraglia Cinese da Jinshanling a Simatai

Noi abbiamo scelto la prima.

Abbiamo fatto un trekking di quasi 7 km su e giù per la Grande Muraglia Cinese, partendo dalla parte ristrutturata di Jinshanling e risalendo le 22 torrette fino al tratto non ristrutturato di Simatai.
È stato un trekking faticoso e completamente in salita, che non consigliamo a chi non è abbastanza allenato, ma che ci ha regalato emozioni indescrivibili. Ritrovarci da soli in mezzo a questa bellezza storica è stato proprio quello che volevamo e ci ha permesso di godere a pieno di tutto ciò che la Grande Muraglia Cinese ha da offrire, dalle bellezze architettoniche alle viste mozzafiato sulle vallate circostanti, dal caldo torrido al fresco delle torrette più alte, dalla fatica alla felicità negli occhi dei pochissimi venditori incontrati lungo il percorso..E persino dell’immancabile foschia!
Arrivare all’ultima torretta è stata come una conquista, siamo arrivati stremati ma con gli occhi che brillavano dalla gioia.

Lo spettacolo che si è aperto davanti a noi ci ha ripagato di tutta la fatica fatta per raggiungerla!

Come arrivare, costi e orari:

Dalla stazione della metropolitana Wangjing West ogni 30 minuti, dalle dalle 7.30 alle 16.00, partono autobus turistici per Jinshanling. Ci impiegano circa un ora e mezza e costano 32 Yuan a tratta. L’autobus vi lascia a circa 2 km dalla biglietteria est. L’ultimo autobus per il ritorno parte alle 16.20.
In alternativa molti ostelli propongono escursioni in giornata al costo di 35-40$.

L’ingresso alla muraglia costa 65 Yuan.

Grande Muraglia Cinese
La Grande Muraglia Cinese di Simatai

La Grande Muraglia Cinese da Jiànkòu a Mùtiányù

Questo era il tratto che volevamo fare inizialmente ma, dopo esserci fatti spiegare dal personale dell’ostello come arrivarci abbiamo constatato di non avere abbastanza tempo. Ci siamo tenuti questa zona per la prossima volta.. Sì perché noi, in Cina, ci torneremo presto!

Questo è il tratto di muraglia più spettacolare e selvaggio rimasto. Ci si può accedere dal vicino villaggio di Xīzhàzi. Da qui parte un sentiero con mattoni in via di sgretolamento, che serpeggia sul crinale della montagna in una cornice davvero suggestiva. Questa parte non è stata affatto ristrutturata, è pericolosa e ufficialmente è vietato percorrerla. La vegetazione ne ha ‘inghiottito’ una buona parte, rendendola ancora più spettacolare e a tratti impercorribile.

A seconda dell’ingresso da cui vi si accede, il trekking può durare dalle 3 alle 9-10 ore e richiede di campeggiarvi per una notte. Essendo vietato visitarla, di conseguenza è anche vietato campeggiarvi, perciò è tutto a vostro rischio e pericolo.

Il biglietto di ingresso costa 25 Yuan a testa. Per arrivarci con i mezzi pubblici bisogna cambiare 3 autobus. Dalla stazione di Dongzhimen prendere l’autobus n. 916 (¥12, dalle 6.30 alle 19.30) per circa 90 minuti fino al capolinea di Huáiróu. Da qui prendere l’autobus n. 862 verso Yújiāyuán per 5 fermate (¥2) e prendete poi l’autobus H25 per Xīzhàzi (¥8 per 70 minuti), il quale effettua solo due corse al giorno (alle 11.30 e alle 16.30 e ritorno alle 6.30 e alle 23.15).

È praticamente impossibile affidarsi ai mezzi pubblici per una gita in giornata. Se si ha poco tempo a disposizione consigliamo, in questo caso, di affidarsi ad una gita organizzata dagli ostelli e dedicarle almeno 2 giorni.

Grande Muraglia Cinese
La Grande Muraglia Cinese vista da Jiànkòu – Foto di Stefano Tiozzo

La Grande Muraglia Cinese da Gubeikou a Jinshanling

Gubeikou è un altro tratto della Grande Muraglia Cinese che non è stato restaurato. È uno storico e remoto villaggio, un tempo importante punto di accesso molto sorvegliato per Beijing. Il villaggio è diviso in due da un crinale lungo il quale si snoda la Grande Muraglia. Più parti della muraglia si incontrano nel villaggio e nei dintorni, ottimo punto di partenza per diverse escursioni. Ci sono due sezioni principali: il Drago Arrotolato (¥25) che porta a Jinshanling e la Montagna della Tigre, la sezione più ripida ma più bella (quella che vogliamo fare noi!).

Anche questa zona si può raggiungere cambiando 2 autobus: da Dongzhimen prendere il 980 (¥15 per 90 min. dalle 6.00 alle 19.00) fino al capolinea di Mìyún, da qui prendere il 25 per Gubeikou (¥9 per 70 min.). L’ultimo autobus per tornare a Mìyún parte alle 17.30 e l’ultimo n. 980 per Dongzhimen parte alle 19.00.

La Grande Muraglia di Jinshanling
La Grande Muraglia di Jinshanling

Orari e costi:

  • Bādáling: ¥45 (1 Aprile – 31 Ottobre)  e ¥40 (1 Novembre – 31 Marzo) – dalle 6.00 alle 19.00 in estate e dalle 7.00 alle 18.00 in inverno
  • Mùtiányù: ingresso: ¥45 dalle 7.00 alle 18.30 in estate e dalle 7.30 alle 17.30 in inverno – funivia: ¥80 una tratta o ¥100 a/r
  • Jīnshānling: ¥65 (metà marzo – metà novembre) e ¥55 (metà novembre – metà marzo) – funivia: ¥40
  • Simatai: ¥40
  • Jiànkòu: gratuito

Ringrazio di cuore Stefano che mi ha inviato la sua bellissima foto della grande muraglia vista da Jiànkòu fatta nel suo ultimo viaggio in Cina. Stefano, oltre ad essere un bravissimo fotografo e videomaker, è un amante del grande nord e di tutte le emozioni che questi splendidi posti offrono, proprio come me! Perciò vi invito a seguire le sue avventure al nord e in giro per il mondo sul suo sito Stefano Tiozzo – Travel Photographer e sulla sua pagina facebook.

Se siete interessati ad un viaggio in Cina, date un’occhiata anche ai seguenti articoli:

Per vedere qualche foto del nostro viaggio in Cina vi rimandiamo alla Photo Gallery.

No Comments

    Leave a Reply