Menu
Europa / Finlandia / Lapponia / Norvegia / Russia & Siberia / Svezia

Come organizzare un viaggio in Lapponia: La guida completa!

Come organizzare un viaggio in Lapponia? Prima di passare alle informazioni pratiche vogliamo darvi due informazioni geografiche sulla Lapponia. La Lapponia è un’area molto vasta situata oltre il Circolo Polare Artico ed è suddivisa tra Finlandia, Norvegia, Svezia e Russia. Per visitarla tutta non basta una vita, perciò è importante pianificare un viaggio in Lapponia soprattutto in base al tempo a disposizione.

Organizzare un viaggio oltre il Circolo Polare Artico è abbastanza semplice ma richiede un minimo di preparazione e, se si vuole viaggiare contenendo un po’ i costi e sperando di trovare un volo ad un buon prezzo, bisogna organizzare tutto con un po’ di anticipo e nei minimi dettagli. I prezzi sono elevati, soprattutto in alta stagione, e le strutture a disposizione a buon prezzo terminano abbastanza in fretta.

Prima di immergervi in questa impresa è consigliabile avere bene in mente il periodo in cui volete visitare la Lapponia, quale parte della Lapponia volete visitare, cosa volete fare e cosa volete vedere. In questo articolo vogliamo aiutarvi a fare chiarezza su tutti questi punti suddividendo le informazioni per ogni parte della Lapponia, perciò vediamo insieme come organizzare un viaggio in Lapponia fai da te nel migliore dei modi.

Lapponia: come organizzare un viaggio fai da te

viaggio in Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia

Documenti necessari per un viaggio in Lapponia

❄ Finlandia e Lapponia finlandese. La Finlandia fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen, pertanto i cittadini italiani possono recarsi nel paese con la carta d’identità valida per l’espatrio. Noi vi consigliamo però di portarvi dietro anche il passaporto perché a volte può essere richiesto come documento di riconoscimento durante le transazioni con carta di credito. Entrambi devono essere in corso di validità e con data di scadenza successiva alla data di rientro in Italia.

❄ Svezia e Lapponia svedese. La Svezia fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen, pertanto i cittadini italiani possono recarsi nel paese con la carta d’identità valida per l’espatrio. Noi vi consigliamo però di portarvi dietro anche il passaporto perché, se prima di arrivare in Lapponia vi fermerete nel sud della Svezia, a volte può essere richiesto ai controlli alle frontiere con la Danimarca o nei collegamenti attraverso il ponte dell’Øresund. Entrambi devono essere in corso di validità e con data di scadenza successiva alla data di rientro in Italia.

❄ Norvegia e Lapponia norvegese. La Norvegia non fa parte dell’UE ma dal 2001 aderisce all’accordo Schengen, pertanto i cittadini italiani possono recarsi nel paese con la carta d’identità valida per l’espatrio. Noi vi consigliamo però di portarvi dietro anche il passaporto perché a volte può essere richiesto come documento di riconoscimento durante le transazioni con carta di credito. Entrambi devono essere in corso di validità e con data di scadenza successiva alla data di rientro in Italia.

❄ Russia e Lapponia russa. Per poter entrare in Russia invece è obbligatorio il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese e tenuto in ottimo stato di conservazione. È inoltre richiesto il visto di ingresso per poter entrare nel Paese. Non è possibile ottenerlo direttamente sul posto. Una volta arrivati in aeroporto in terra russa, vi verrà fatta compilare la carta di immigrazione. Il visto russo vi costerà circa 85/90€ se lo richiederete in autonomia e per richiederlo bisogna innanzitutto prendere appuntamento in una delle agenzie autorizzate per la raccolta delle richieste e si può prendere online su questo sito. I documenti necessari per la richiesta sono:

  • il form di richiesta online da compilare sul sito del Dipartimento consolare Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa
  • un’assicurazione che vi copra per tutta la durata del soggiorno e presentata in originale
  • il passaporto con validità di almeno 6 mesi e con 2 pagine vuote a disposizione
  • una fototessera a colori in formato 3.5×4.5 cm
  • la lettera di invito rilasciata dall’hotel, da una persona o da un tour operator iscritto nel Registro Unico Federale degli operatori turistici
  • le prenotazioni dei voli, dei tour e degli alloggi

Per maggiori informazioni in merito alla richiesta del visto russo vi rimandiamo al nostro articolo Come richiedere il visto turistico per la Russia: costi, tempistiche e informazioni.

Se siete in cerca di pura adrenalina e siete abbastanza matti da volervi mettere alla guida durante il vostro viaggio in Russia, è necessaria la patente italiana accompagnata dalla patente internazionale emessa secondo la Convenzione di Ginevra del 1949 o Vienna del 1968. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al nostro articolo Come richiedere la patente internazionale: convenzione di Ginevra e Vienna.

I minori che si recheranno in Finlandia, Svezia e Norvegia dovranno essere muniti di un proprio documento di viaggio individuale, quali passaporto, la ‘Carta Bianca’ o la carta d’identità valida per l’espatrio. Quest’ultima è accettata solo se il minore è accompagnato dai genitori o da chi ne fa le veci. Se il minore è accompagnato da un’altra persona, l’accompagnatore deve essere munito di una specifica autorizzazione scritta in inglese, firmata dai genitori e convalidata dalla Questura, in cui sono indicati sono tutti i dati del figlio e il nome della persona che lo accompagna. Per i minori di 15 anni, un altro documento valido è il “Certificato Anagrafico di Nascita” vidimato dalla questura.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Immense distese di alberi

Assicurazione sanitaria

In Lapponia finlandese, svedese e norvegese è riconosciuta la copertura sanitaria statale tramite la Tessera Europea di Assicurazione Medica (TEAM). La TEAM non copre l’assistenza sanitaria privata ed è escluso dalla copertura sanitaria anche il rimpatrio.

Vi consigliamo vivamente di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria aggiuntiva per essere coperti laddove la TEAM non arriva. Vi ricordiamo inoltre che le escursioni in slitta o motoslitta, sul ghiacciaio e molte altre, rientrano nelle coperture per attività invernali. Questa spesso è un’opzione da aggiungere a parte al momento della stipula dell’assicurazione. Se non aggiungerete questa opzione alla polizza, non sarete coperti nel caso di infortunio avvenuto durante queste escursioni.

Per la Lapponia russa è obbligatorio stipulare un’assicurazione sanitaria da presentare insieme alla richiesta del visto d’ingresso. L’assicurazione sanitaria deve coprire l’intero periodo di soggiorno in Russia e deve contenere i seguenti dati:

  • Data di stipulazione e numero di contratto
  • Dati dell’assicurato
  • Dati dell’assicuratore
  • Validità di copertura per tutta la durata del soggiorno
  • Elenco dei servizi medici ed eventuali trasporti, incluso il trasporto e il rimpatrio della salma (facciamo le corna..!)
  • Copertura territoriale: Mondo o solamente Federazione Russa
  • Firma dell’assicuratore

L’assicurazione va presentata in originale al momento della richiesta del visto. La si può stipulare online, ma assicuratevi che possano spedirvela con timbro e firma in originale, dalla vostra compagnia assicurativa di fiducia o direttamente all’ufficio visti con una compagnia assicurativa locale.

Per approfondimenti vi rimandiamo al nostro articolo Assicurazione di viaggio: quale scegliere per un viaggio sulla neve e nell’Artico.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Casetta in mezzo al nulla

Quando andare in Lapponia

La Lapponia è forse più conosciuta per la bellezza del suo inverno, per essere la casa di Babbo Natale e per la meravigliosa Aurora Boreale, ma anche in estate con il sole di mezzanotte ha il suo perché! Le stagioni principali sono due: la breve estate e il lungo inverno.

In estate, che generalmente va da Giugno a metà Agosto, si può godere del Sole di mezzanotte e si riescono a visitare molti più posti durante il giorno, le temperature sono miti e gradevoli e i colori sono accesi. Il mese migliore per visitare la Lapponia nel periodo estivo è Giugno, quando il sole non tramonta mai, mentre il mese più caldo è Luglio. Da metà Agosto in poi le temperature iniziano a calare drasticamente indicando così la fine della breve estate lappone.

In inverno, che in queste zone può durare anche 6 mesi, si può ammirare la bellissima Aurora Boreale. Di contro però le giornate sono veramente corte, specialmente tra Dicembre e Gennaio. Le prime nevicate fanno cambiare completamente il paesaggio lappone ricoprendo tutto con un soffice manto bianco che la rende un posto fatato. I mesi migliori per visitare la Lapponia in inverno sono Febbraio e Marzo, quando le giornate sono un po’ più lunghe e le temperature un po’ meno rigide. Sfatiamo però qualche mito: in Lapponia non si verifica il fenomeno della Notte Polare nella sua completezza. Ciò significa che non ci sarà mai buio per 24 ore di fila.

Questo fenomeno si verifica pienamente solamente al Polo Nord e al Polo Sud (Notte Polare Astronomica) e in maniera più lieve, in Europa, solamente alle Svalbard (Notte Polare Civile e Notte Polare Nautica da Ny-Ålesund in su). In Lapponia, Tra Dicembre e Gennaio, ci sarà solamente qualche ora di crepuscolo durante le ore centrali della giornata. Questo periodo è chiamato crepuscolo polare (kaamos in finlandese, mørketid in norvegese) e la durata varia a seconda della latitudine in cui ci si trova. Per approfondimenti e per sapere quanta luce troverete nel periodo da voi scelto per viaggiare, vi rimandiamo al nostro articolo Calendario ore di luce in Lapponia.

L’autunno dura molto poco e a queste latitudini inizia molto presto. Già da metà Agosto le foreste lapponi iniziano a cambiare colore, passando dal verde al rosso, giallo e marrone. Nella Lapponia finlandese questo fenomeno viene chiamato ruska e attira ogni anno molti fotografi. Il periodo migliore per osservarlo è circa tra fine settembre e inizio ottobre, ma varia di anno in anno.

La primavera invece è praticamente inesistente. La si può collocare tra metà o fine maggio e metà giugno, che spezza la fine del lungo inverno e l’inizio delle lunghe giornate estive. Solitamente le precipitazioni in questo periodo sono abbondanti.

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia – casette di legno immerse nelle foreste lapponi

Cosa vedere in Lapponia

La Lapponia è una zona molto vasta divisa tra il Nord della Scandinavia e una piccola parte della Russia. Quale parte della Lapponia considerare per il proprio viaggio è una scelta che va fatta in base al tempo che avete a disposizione, in base ai vostri interessi e alla scelta di spostarsi con auto a noleggio o meno. Quando si parla di Lapponia spesso e volentieri si pensa subito a Rovaniemi: niente di più sbagliato! La Lapponia non è caratterizzata solo da una città super turistica, ma è molto di più. Di seguito vi parliamo di alcune zone principali, per aiutarvi a scegliere la zona lappone più adatta a voi.

Lapponia finlandese. Questa parte della Lapponia è quella che più si avvicina all’immaginario comune: alberi e foreste talmente tanto innevate da sembrare fatate, silenzio, natura allo stato puro, renne e alci in libertà, casette in legno nascoste nelle foreste e la magia dell’Aurora Boreale che danza nel cielo. Cosa desiderare di più? (Il Polo Nord risponderei io, ma questo è un altro discorso!).

❄ Rovaniemi, la casa di Babbo Natale! Rovaniemi è situata a ridosso del Circolo Polare Artico ed è una città molto piccola. Solitamente viene utilizzata come punto di arrivo e base per il proprio tour se non si ha voglia di noleggiare l’auto. Non ha tanto da offrire, fatta eccezione per l’Arktikum che è un museo davvero molto interessante, e la si visita tranquillamente in una giornata. Molto carina la passeggiata intorno al lago, che in inverno ghiaccia completamente. Carino anche il piccolo centro dove sono raggruppati anche i principali locali, le agenzie turistiche e i ristoranti.

Il Santa Claus Village si trova a circa 7 km di distanza dalla città e lo si può raggiungere tranquillamente in pullman. Fate attenzione durante il periodo invernale in quanto le corse, soprattutto per il ritorno, sono molte meno.

Per approfondimenti su Rovaniemi vi rimandiamo al nostro articolo Cosa vedere a Rovaniemi, il paese di Babbo Natale in Lapponia.

❄ Kemi e il fiume Tornio: Kemi è famosa per il suo Lumilinna SnowCastle (adulti €20 – bambini € 12), che viene costruito dal 1996 ogni anno con un tema diverso. Qui si trova anche la rompighiaccio Sampo, che la si può osservare a ‘riposo’ nel piccolo porto del paese. Se si desidera, si può prendere parte ad un’escursione di mezza giornata o di una giornata intera a bordo della rompighiaccio. Questa zona offre tanto da fare sia in estate sia in inverno ed è situata sul confine con la Svezia: le separa solamente il fiume Tornio. È una zona molto gettonata soprattutto per Capodanno in quanto offre la possibilità di festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo per ben due volte! Eh si avete capito bene. Grazie al fuso orario differente tra Svezia e Finlandia è possibile fare un piccolo salto indietro nel tempo e festeggiare due volte.

❄ Levi, Yllas e Kittila: questa zona da il meglio di se in inverno ed è molto rinomata per gli amanti dello sci. Levi conta ben 43 piste da sci, 28 seggiovie e 230 km di piste per lo sci di fondo. Alcune piste sono aperte fino alle 19.00. Per chi invece vuole vivere qualche esperienza lappone, sia in estate sia in inverno, può affidarsi alle escursioni di Safartica ad Yllas oppure potete fare trekking o andare in bicicletta per conto vostro (qui trovate le mappe). Non potete assolutamente perdervi una visita al Levi Ice Gallery & SnowHotel e al Lanio Snow Village di Kittila.

Per approfondimenti vi rimandiamo ai nostri articoli Lapponia finlandese: Cosa vedere a Yllas (Yllasjarvi e Akaslompolo) e Lapponia finlandese: Cosa vedere a Levi e Kittila.

❄ Saariselka, Ivalo e Inari: questa zona a noi piace molto ed è proprio qua che secondo noi si inizia a trovare la vera Lapponia! Saariselka è famosa per il Kakslauttanen Arctic Resort con i suoi meravigliosi igloo di vetro. Qui è possibile passare una notte da sogno sotto un cielo stellato e, si spera, l’Aurora che danza nel cielo. Andando verso nord è possibile visitare villaggi Sami per conoscere un pochino di questa splendida cultura. Inari è conosciuta per il suo omonimo lago, il terzo lago più grande della Finlandia.

In inverno ghiaccia completamente ed è possibile andarci in motoslitta o slitta e anche dormirci sopra! Inoltre è uno dei posti più belli dove poter ammirare e fotografare l’Aurora Boreale. Sempre in questa zone potete visitare i villaggi di Ivalo, Nuorgam, Nellim, Sevettijarvi, Utsjoki, Naatamo, Karigasniemi, Vuotso, Tankavaara e tanti altri.

Per approfondimenti vi rimandiamo ai nostri articoli Cosa vedere a Saariselka e dintorniCosa vedere a Inari, nel nord della Lapponia finlandese e Inari in autunno.

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia – Dove andare: Inari

❄ Enontekiö e Kilpisjärvi area: in questa zona si trova il punto dove i tre confini di Finlandia, Svezia e Norvegia si incontrano. È un piccolo paradiso per gli amanti della natura e soprattutto del birdwatching. Anche qui potete immergervi nella cultura Sami e fare trekking nei parchi nazionali

❄ Muonio, Olos e Pallas: anche questa zona a noi piace molto. Qui la natura regna sovrana e infatti basta pensare che è considerata la zona più incontaminata d’Europa. È la zona ideale per chi cerca natura allo stato puro e relax durante tutto l’anno, magari nel Parco Nazionale più antico della Finlandia. Inoltre qui vi si trova uno dei sentieri escursionistici più famosi della Finlandia, che si estende lungo la catena montuosa di Pallas-Ounas. Nel punto più alto del percorso, Taivaskero, avvenne l’accensione simbolica della fiamma olimpica per le Olimpiadi di Helsinki nel 1952. Insomma se siete amanti della pesca, abili escursionisti, impavidi guidatori di motoslitte o semplici amanti del relax questa è la zona che fa per voi. Avete presente la nostra foto dell’Aurora Boreale nella sfera? Ecco, è stata scattata proprio qui.

❄ Salla, Ruka e Kuusamo: anche in questa zona la natura regna sovrana ed è possibile viverla a pieni polmoni sia in estate sia in inverno. In estate ci sono tanti trekking disponibili, mentre in inverno potete prendere parte alle classiche escursioni in slitta o motoslitta. In alternativa potete indossare le ciaspole o gli sci e andare alla scoperta dei dintorni o alla ricerca della fauna locale. Da qui è anche possibile prendere parte ad un’escursione che vi porterà sul confine russo!

❄ Pyhä-Luosto: questo bellissimo Parco Nazionale vanta le montagne artiche più meridionali della Finlandia, maestose foreste di pini secolari e uno dei pochi posti dove viene preservata la cultura Sami. Inoltre qui è possibile visitare una delle poche miniere di pietre preziose al mondo che accoglie i visitatori. Si tratta di una miniera di ametista situata sulla collina di Lampivaara (€68 adulti – €30 bambini).

❄ Kemijärvi-Suomu: altra zona ideale per gli amanti dello sci, sia fondo sia discesa. Inoltre questa zona è famosa per la sua tradizione di allevamento delle renne. Posto ideale per le famiglie con bambini e per chi vuole entrare in ‘contatto’ con questi splendidi animali.

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia – Dove andare: Muonio

Lapponia svedese. Questa parte della Lapponia è a tratti simile alla Lapponia finlandese, ma un po’ più selvaggia. Troverete paesaggi innevati ed incantati e qualche laghetto ghiacciato qua e la.

❄ Abisko e Kiruna: quando si parla della Lapponia svedese i primi posti che vengono in mente sono senza ombra di dubbio questi due. E come darvi torto? Il Parco Nazionale di Abisko è situato nell’estremo nord della Lapponia svedese, a 250 km a nord del Circolo Polare Artico. È davvero meraviglioso da visitare sia in estate con il sole di mezzanotte sia in inverno con l’Aurora Boreale. Durante la stagione estiva gli amanti del trekking e della pesca hanno di che divertirsi. Durante la stagione invernale gli amanti dello sci troveranno pane per i loro denti e i meno spericolati potranno prendere parte alle classiche escursioni invernali.

Inoltre Abisko è famosa per essere uno dei punti migliori al mondo dove osservare l’Aurora Boreale essendo una zona priva di inquinamento luminoso e il luogo con l’aria più secca del Paese. Ad Abisko si trova anche il punto di partenza del sentiero svedese più conosciuto dagli escursionisti e dagli sciatori: il Sentiero del Re (Kungsleden) lungo 440 km. Kiruna invece è conosciuta per essere costruita sopra la miniera sotterranea di ferro più grande al mondo. Il paesino dista poco più di un’ora da Abisko, è molto piccolo e lo si visita in una giornata. Da Kiruna potete anche fare un salto nel piccolo villaggio di Jukkasjärvi dove ogni anno viene costruito uno dei più bei Ice Hotel della Lapponia.

Per approfondimenti vi rimandiamo ai nostri articoli Cosa vedere ad Abisko e Kiruna, Cosa vedere a Jukkasjarvi, uno dei più antichi villaggi Sami in Svezia e IceHotel di Jukkasjarvi: visita all’hotel di ghiaccio in Lapponia Svedese.

❄ Jokkmokk: dove si svolge il mercato tradizionale Sami più famoso al mondo. Dista poco più di 3 ore da Kiruna e si tiene ogni anno ad inizio febbraio. Se siete interessati a visitarlo vi consigliamo di prenotare l’alloggio con molto molto anticipo in quanto la disponibilità degli hotel finisce molto rapidamente.

Per approfondimenti vi rimandiamo ai nostri articoli Jokkmokk Market: visitare il Mercato Sami della Lapponia svedese e Cosa vedere a Jokkmokk, nel cuore della cultura Sami svedese.

❄ Luleå e dintorni: Luleå si affaccia sul Golfo di Botnia ed è circondata da un arcipelago costituito da 1.312 isole, alcune disabitate. È possibile visitarle prendendo parte ad una delle tante escursioni disponibili. Il paesino di per se è piccolo e lo si gira facilmente in una giornata (molto bella la cattedrale). L’attrazione principale della zona però è il villaggio parrocchiale di Gammelstad, dichiarato patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1996.

In inverno il Golfo di Botnia e il fiume Luleälven ghiacciano, rendendo possibile visitare le isole dell’arcipelago in motoslitta, pattinare su ghiaccio, pescare sul ghiaccio o andare con la slitta trainata dagli husky. Da Luleå potete fare un salto anche a Boden e visitare la sua Boden Fortress, costruita per fermare gli attacchi provenienti da est o dalla costa. La prima parte della fortezza venne terminata nel 1908. Sempre nei dintorni di Luleå, precisamente a Vidsel, potete visitare le cascate Storforsen, una tra le cascate con maggior portata d’acqua in tutta Europa.

Per approfondimenti vi rimandiamo al nostro articolo Gammelstad: visita al villaggio parrocchiale della Lapponia svedese.

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia – Dove andare: Kiruna e la miniera di ferro

❄ Skellefteå e dintorni: Skellefteå è situata all’inizio della parte meridionale della Lapponia svedese. È un piccolo paesino che in realtà ha molto da offrire, come ad esempio il ponte in legno più antico della Svezia, il Lejonströmsbron. La città è una delle più urbanizzate della Lapponia svedese, trovandosi praticamente nella zona più meridionale. È moderna e dotata di qualsiasi comfort che si possa desiderare in questo angolo di mondo (ristoranti, hotel più o meno rinomati, e persino una Spa, la Stiftsgården). Le campagne circostanti sono caratterizzate da centinaia di laghi, fitte foreste e fiumi ricchi di salmone selvatico. Durante il periodo estivo è possibile organizzare qualche trekking di uno o più giorni. Nei dintorni di Skellefteå ci sono 20 percorsi, tra cui il più lungo è di circa 82 km. Si tratta del Nasaleden trail tra Glommersträsk and Forsbacka.

Durante l’inverno invece si possono fare le classiche escursioni lapponi descritte nel capitolo successivo. Si può inolter esplorare il Golfo di Botnia passando direttamente sul mare ghiacciato, si può testare la propria resistenza fisica nuotando nelle gelide acque e molto altro ancora. L’autunno, come per la Lapponia finlandese, è un periodo molto gettonato da chi ama fotografare il foliage. Nei dintorni si possono visitare altri villaggi parrocchiali come Bonnstan, che si trova vicino al centro di Skellefteå, e Lövånger, a circa 50 minuti di autobus.

❄ Val di Tornio: è situata a cavallo tra Svezia e Finlandia, separate solo dall’omonimo fiume. Da visitare sicuramente il villaggio di pescatori di Kukkolaforsen con il suo museo del pesce, situato in riva al fiume proprio davanti alle omonime rapide, e il piccolo villaggio di Korpikylä. Dal piccolo paese di Haparanda sarà possibile sconfinare in Finlandia solamente attraversando il ponte che lo collega a Tornio. Qui è possibile festeggiare il doppio Capodanno. Grazie al cambio di fuso orario tra Svezia e Finlandia basterà attraversare il ponte per tornare indietro nel tempo e festeggiare nuovamente!

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia: Abisko – Lago Torneträsk

Lapponia norvegese. In questa zona della Lapponia il paesaggio cambia completamente! Si passa da immense foreste innevate a montagne, meravigliosi fiordi e fiumi ghiacciati.

❄ Tromso e dintorni: la capitale dell’Artico. Quando si pensa alla Lapponia norvegese e all’Aurora Boreale il primo posto che viene in mente come destinazione è Tromso. Non vi possiamo dare torto! Si trova in un’ottima posizione, la città è piacevole e la si può visitare in due giorni. È possibile prendere parte alle classiche escursioni invernali, nell’attesa che la dama verde inizi a danzare sulle vostre teste. Se farete base in questa città, oltre al suo centro storico, non potete saltare una visita alla Cattedrale Artica, al Polaria e al Polar Museum. Se la giornata è serena invece vi consigliamo di salire sullo Storsteinen, raggiungibile anche con la funivia. Da lassù vi si aprirà una bellissima vista panoramica sulla città e non solo.

❄ Alta e dintorni: è un piccolo paesino molto carino e che merita sicuramente una visita sia in estate sia in inverno. Di particolare importanza segnaliamo la Northern Lights Cathedral, una moderna chiesa dedicata all’Aurora Boreale. Segnaliamo inoltre l’Ancient Rock Carvings, l’unico museo di pitture rupestri lapponi situato all’aperto e visitabile solamente in estate, e l’Alta Canyon. Da qui potete visitare le isole vicine e fare un salto ad Hammerfest, la città più antica della Norvegia del Nord. Dalla città salpano i traghetti verso Capo Nord.

❄ Capo Nord e HonningsvågCapo Nord è conosciuto per essere il punto più a Nord dell’Europa continentale, ma è davvero così? In realtà no! Capo Nord è situato ad un’altitudine di 71° 10′ 21″ Nord mentre il promontorio di  Knivskjellodden, situato sempre sull’isola di Magerøya, si trova a 71° 11′ 08″ e questo fa di lui il vero punto più settentrionale dell’Europa continentale. Il promontorio è raggiungibile, in estate, tramite un sentiero di circa 9 km (5-6 ore tra andata e ritorno) che parte dalla strada E69 diretta a Capo Nord. Per saperne di più su questa zona, vi rimandiamo al nostro articolo su Capo Nord. Honningsvåg è un antico villaggio di pescatori, bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale e ricostruito. Contende ad Hammerfest il record di città più a nord del mondo.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Skarsvåg

❄ Bardufoss: Bardufoss è conosciuta per il suo Polar Park, la riserva naturale più a nord del mondo.

Per approfondimenti vi rimandiamo al nostro articolo Lapponia norvegese: cosa vedere tra Capo Nord, Alta, Tromso e Bardufoss.

❄ Kirkenes e dintorni: Kirkenes è situata sulla sponda sud del Varangerfjord a pochi chilometri dal confine russo. Quest’area ebbe anche un importante ruolo durante la Seconda Guerra Mondiale e durante la Guerra della Lapponia. Si può fare un tuffo indietro negli anni visitando la Andersgrotta, che un tempo serviva come rifugio antiaereo mentre un’ondata di bombardieri russi cercava di abbattere l’impianto navale tedesco, e guardando il video che racconta la storia di queste guerre, oppure visitando il Grenselandsmuseet. Anche Kirkenes, come altre zone della Lapponia, ha il suo Snow Hotel aperto solamente dal 2011.

Da qui potete prendere parte a delle escursioni in giornata in Russia oppure potete prendere l’auto e dirigervi verso Hornøya per osservare una delle più grandi colonie di uccelli della Norvegia (inclusi i bellissimi puffin!) e sull’isola di Ekkerøy dove si trova l’unico punto di nidificazione raggiungibile in auto della Lapponia norvegese.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo al nostro articolo Kirkenes: cosa vedere al capolinea del postale dei fiordi e allo SnowHotel.

Se avete abbastanza tempo a disposizione vi consigliamo di visitare anche le splendide isole Lofoten e la bellissima isola di Senja. E, se ci andrete in inverno, perché non approfittarne per fare un bel whale and orcas watching tour alle isole Vesteralen?

viaggio in Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia

Lapponia russa. Questa è la parte più selvaggia e incontaminata di tutta la Lapponia e per questo è anche più difficile visitarla in autonomia.

❄ Murmansk: questo piccolo paesino russo è forse più conosciuto come punto di partenza delle spedizioni verso il Polo Nord. Di per se non ha tanto da offrire e il suo passato militare è tutt’ora ben visibile grazie anche ai molti monumenti sparsi per la città. Uno di questi monumenti è il Monumento di Alyosha, conosciuto anche come il “Monumento ai difensori dell’Artico sovietico durante la Grande Guerra Patriottica” in memoria di coloro che difesero il porto di Murmansk durante la guerra. Non può sicuramente mancare una visita alla Lenin, la prima rompighiaccio a propulsione nucleare del Mondo, a bordo della quale è possibile visitare gli alloggi degli equipaggi, le sale di controllo e delle comunicazioni, la stanza del reattore nucleare e la centrale elettrica a turbina.

Da Murmansk potete visitare le cascate sul fiume Lavna, dove è possibile anche pescare, nuotare o fare alcuni trekking. Sempre da Murmansk potete prendere parte a delle escursioni verso Lovozero e il suo lago, zona è ricca di montagne e pittoresche valli, Seydozero e il suo lago, un lago avvolto nel mistero (la parola Seydozero è tradotta dalla lingua Sami come sacra roccia), o ancora verso il Mar Bianco o il Mar di Barents. Oppure potete visitare qualche villaggio come OktyabrskyKashkarantsy, il villaggio lappone Inga, e molti altri.

Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia: Aurora Boreale ad Abisko

Cosa fare in Lapponia

Organizzare un viaggio in Lapponia con largo anticipo implica anche il fatto di prenotare le escursioni prima di partire, soprattutto nel periodo invernale quando inizia l’alta stagione. Tra le attività principali che si possono fare in estate c’è una vasta scelta di percorsi trekking che permettono di esplorare la natura incontaminata tra montagne, foreste, ghiaccio e fiori colorati. Dimenticatevi del caos e ascoltate il silenzio dell’Artico, sarete solo voi e nessun altro. Ci sono un’infinità di percorsi per tutti i livelli di difficoltà, dai più difficili e a lunga distanza o fino a raggiungere quote elevate, ai più semplici da poter fare in una sola giornata.

Tra i trekking più belli e famosi della Lapponia citiamo il Kungsleden (Sentiero del Re) lungo circa 440km , che parte da Abisko nella Lapponia svedese, e il Karhunkierros (the Bear’s Trail) lungo circa 82 km, nella Lapponia finlandese. Su questo sito potete trovare tutte le mappe dei sentieri trekking presenti in Finlandia.

Durante l’estate si può visitare la Lapponia, soprattutto la parte norvegese, anche via mare prendendo parte ad una crociera che vi porterà lungo le coste centro settentrionali, oppure facendo qualche boat tour giornaliero durante il vostro soggiorno, per esempio per visitare i fiordi o per arrivare fino a Capo Nord.

Altre attività che si possono fare durante il periodo estivo sono il kayak, il rafting, il birdwatching, noleggiare un quad o una bicicletta e girare per conto proprio. E pensate un po’, tutto questo è possibile farlo a qualsiasi ora del giorno! Esatto, perché in estate in Lapponia il sole non tramonta mai.

Verso la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno le foreste lapponi iniziano a cambiare colore passando dal verde acceso al marrone, giallo e rosso dell’autunno. Questo periodo è molto richiesto anche dai fotografi ed è possibile prendere parte a dei workshop fotografici o a dei semplici trekking organizzati per portarvi nei punti più belli dove poter osservare le foreste lapponi con questi nuovi colori.

Invece per saperne di più sulle escursioni che si possono fare in Lapponia d’inverno vi rimandiamo al nostro articolo ‘Cosa fare in Lapponia d’inverno‘, mentre per l’autunno vi rimandiamo al nostro articolo Escursioni in Lapponia in autunno, circondati dai colori della Ruska.

viaggio in Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Cosa fare

Clima e fuso orario

La Lapponia ha un clima subarticocon inverni molto freddi e estati abbastanza miti. Durante l’inverno le temperature variano da -5° a -40° mentre in estate variano da +5° a +20° circa a seconda della zona visitata. Nella costa occidentale le temperature sono leggermente più miti e le precipitazioni sono più numerose rispetto alla zona est.

L’inverno è molto lungo e la neve può cadere già da settembre e durare fino a maggio inoltrato. Nella parte scandinava, la Lapponia finlandese è forse quella con il clima più rigido a causa della sua vicinanza con la Russia, mentre la Lapponia norvegese è quella con un clima meno freddo e rigido.

La Lapponia finlandese è 2 ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich, pertanto è 1 ora avanti rispetto all’Italia. La Lapponia svedese e la Lapponia norvegese sono 1 ora avanti rispetto al meridiano di Greenwich, pertanto hanno lo stesso orario italiano. Mentre la Lapponia russa è 3 ore avanti rispetto al meridiano di Greenwich, pertanto è 2 ore avanti rispetto all’Italia.

Lapponia
Lapponia – Husky

Abbigliamento per un viaggio in Lapponia

Come sempre il nostro consiglio è quello di vestirsi a strati, indipendentemente dalla stagione scelta per viaggiare. In estate le temperature possono essere abbastanza calde da permettervi di girare in pantaloncini e t-shirt, ma tenete presente che potreste ritrovarvi in mezzo ad una raffica di vento improvvisa o durante le escursioni in montagna potreste arrivare a toccare temperature molto basse, perciò vi consigliamo di avere sempre con voi uno zaino con un cambio di scorta, un cappello, la sciarpa e i guanti!

Lo strato esterno deve essere anti vento ed impermeabile per assicurarvi di restare al caldo e di non bagnarvi in caso di pioggerella, lo strato sotto invece deve essere un buon maglione abbastanza pesante da mantenervi al caldo senza farvi sudare.

In inverno invece gli strati aumentano: il primo è il più importante ed è composto da un ottimo intimo termico resistente alle temperature artiche (solitamente sono della linea X-Warm). Il secondo strato è formato da un maglione in lana pesante o da un pile pesante, mentre lo strato più esterno è formato da una tuta da sci pesante, sempre anti vento e impermeabile. Gli scarponi da sci sono importanti per mantenere i piedi al caldo ed è importante sceglierli con molta cura. Noi vi consigliamo i soliti scarponi della North Face della linea Chilkat III. Sciarpa in lana, cappello in lana, calze in lana sono altri elementi importanti per mantenere al caldo tutte le parti del corpo più sensibili al freddo. Per le mani vi consigliamo dei buoni sottoguanti in goretex e dei guantoni da sci pesanti da utilizzare per le escursioni o durante le uscite notturne.

Per maggiori informazioni sull’abbigliamento tecnico da utilizzare date un’occhiata a Come vestirsi in Lapponia e nell’Artico in inverno.

viaggio in Lapponia
Come organizzare un viaggio in Lapponia – In inverno è tutto più magico!

Batterie e attrezzatura elettronica

Quanto durano le batterie della reflex o del cellulare? Questa è una delle domande che ci viene fatta più frequentemente ed è uno dei punti dolenti quando si viaggia in Lapponia! Il primo consiglio che vi vogliamo dare è quello di partire con qualche batteria di scorta. Noi ad esempio ne abbiamo 5 a testa per la reflex, tre per la GoPro e due per il drone e a volte non sono state sufficienti. Un altro consiglio che vi vogliamo dare è quello di acquistare batterie originali in quanto la carica dura molto di più rispetto a quelle non originali.

Durante le escursioni è fondamentale mantenere al caldo le batterie, la GoPro e il vostro cellulare inserendoli nella tasca interna della vostra tuta da sci e tirandoli fuori solamente quando vi servono o quando dovete inserirle nella reflex. Portate anche un powerbank abbastanza potente e assicuratevi di tenere anch’esso al caldo.

Per proteggere invece la vostra attrezzatura fotografica vi consigliamo di tenerla al caldo all’interno della tuta da sci tra una sessione fotografica e l’altra.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Alba ad Inari

Organizzare un viaggio in Lapponia: Come arrivare

Raggiungere la Lapponia scandinava è molto semplice anche se un po’ lungo, mentre la Lapponia russa è un po’ più difficile da raggiungere e richiede molto più tempo. L’aereo è il mezzo più comodo e veloce per raggiungere la Lapponia e a volte si riescono a trovare delle offerte davvero allettanti. Per raggiungere la Lapponia scandinava le compagnie aeree più economiche sono:

❄ SAS: la linea aerea scandinava. Questa compagnia effettua voli per LuleaUmeaKirunaAlta, TromsoBodoRovaniemi e Kittila a prezzi davvero economici e spesso inferiori alle 200€ (con partenza da Milano) effettuando solamente uno scalo a Stoccolma. Inoltre il servizio a bordo è impeccabile, è sempre puntuale e l’attenzione al cliente è ottima.

❄ Lufthansa: la compagnia tedesca spesso ha delle offerte davvero interessanti per la Lapponia. L’unica pecca è che i voli faranno due scali: uno a Francoforte o a Monaco e uno nella capitale dello stato scandinavo da voi scelto. Un consiglio che vi diamo è quello di cercare anche i voli separatamente e non Italia – Lapponia. Perché? Perché spesso costano ancora meno! Noi ad esempio abbiamo trovato tariffe vantaggiose facendo: Milano – Helsinki (con scalo di 1 ora a Monaco) e poi Helsinki – Rovaniemi.

❄ Norwegian: è la compagnia low-cost norvegese, che non ha nulla da invidiare alle compagnie di linea. Se la vostra destinazione è la Lapponia norvegese probabilmente le tariffe migliori le troverete con questa compagnia. Inoltre il servizio a bordo e l’attenzione al cliente sono ottimi ed è anche disponibile il wi-fi durante il volo.

❄ Finnair: è la compagnia di bandiera della Finlandia ed è l’unica che collega Milano e Rovaniemi con un solo scalo a Helsinki. Il servizio a bordo è impeccabile ed ha tutti i comfort che si possono desiderare.

❄ KLM e Air France: spesso si trovano delle buone combinazioni anche con queste due compagnie. Il consiglio è sempre quello di prendere due voli separati, il primo verso la capitale del paese da voi scelto e il secondo verso la vostra destinazione lappone finale.

Per raggiungere la Lapponia russa invece la compagnia aerea principale è la Aeroflot, compagnia di bandiera russa. Non esistono voli diretti per Murmansk perciò calcolate 1 scalo a San Pietroburgo o a Mosca. Solitamente i prezzi dei voli per la Lapponia russa si aggirano intorno ai 350€. Queste compagnie le abbiamo utilizzate e testate più volte e ve le consigliamo tutte.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Come arrivare

È possibile raggiungere la Lapponia anche combinando aereo e treno o autobus, ma questa opzione non è detto che sia la più economica. Spesso e volentieri i voli interni costano meno o uguale al prezzo del treno. Vi facciamo qualche esempio:

❄ Lapponia finlandese: è possibile raggiungere Rovaniemi partendo da Helsinki in circa 8 ore a tratta ed è inoltre possibile prendere il treno notturno con cuccetta. Il costo a/r parte da 70€ ed è possibile acquistare i biglietti online sul sito delle ferrovie finlandesi. Oltre a Rovaniemi si possono raggiungere anche altre località come ad esempio Ivalo, Inari, Levi e Saariselka. I prezzi ovviamente raddoppiano e i tragitti sono più lunghi, questi ultimi includono anche uno o due cambi. Si può raggiungere Rovaniemi anche in autobus partendo da Helsinki. Potete prenotare i biglietti sul sito Matkahuolto.fi.

❄ Lapponia svedese: è possibile raggiungere Abisko o Kiruna partendo da Stoccolma in poco più di 15 ore a tratta ed è inoltre possibile prendere il treno notturno con cuccetta. Il costo a/r parte da 140€ ed è possibile acquistare i biglietti online sul sito delle ferrovie svedesi. Oltre ad Abisko e Kiruna si possono raggiungere anche altre località come ad esempio Luleå e Skellefteå, ed anche la Lapponia norvegese fino a Narvik.

❄ Lapponia norvegese: questa parte della Lapponia non è ben servita dalla rete ferroviaria. La stazione più nordica raggiungibile da Oslo è Bodø in poco più di 17 ore e 1 cambio ed è inoltre possibile prendere il treno notturno con cuccetta. Il costo a/r è di circa 250€ ed è possibile acquistare i biglietti online sul sito delle ferrovie norvegesi. Da qui potete prendere poi un autobus per proseguire più a nord verso Tromsø.

❄ Lapponia russa: se vi trovate in Russia, precisamente a Mosca o a San Pietroburgo, e volete approfittarne per visitare la Lapponia russa, potete raggiungerla in treno da queste due città. È possibile raggiungere Murmansk da San Pietroburgo in circa 26 ore a tratta, mentre da Mosca in circa 35 ore a tratta. Per entrambi i viaggi è disponibile la cuccetta e il costo varia a seconda della classe e del periodo di viaggio da voi scelti. È possibile acquistare i biglietti online sul sito delle ferrovie russe (RZD).

Se avete qualche giorno da poter passare a Mosca prima di raggiungere la Lapponia, potrebbe interessarvi il nostro articolo Cosa vedere a Mosca: itinerario e informazioni sulla capitale della Russia.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Inari

Come spostarsi in Lapponia

Inutile dire che un viaggio in Lapponia, qualsiasi zona sia, va vissuto in totale autonomia e rigorosamente on the road. Il nostro consiglio spassionato è quello di noleggiare un’auto e lasciarvi trasportare dal silenzio e dalla magia delle foreste incantate. Ovviamente nel periodo invernale bisogna adottare qualche precauzione in più alla guida dato che le strade saranno innevate e ghiacciate. Dal 1° Novembre fino alla domenica di Pasqua circa si possono richiedere in dotazione i pneumatici chiodati, piccolo accorgimento che vi sarà molto d’aiuto! Per approfondire l’argomento vi rimandiamo al nostro articolo ‘Guidare in Lapponia’.

Spostarsi con i mezzi pubblici in Lapponia comporterebbe perdere tanto tempo in estate, ma soprattutto in inverno quando le corse sono dimezzate e non molto frequenti.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Come spostarsi

Dove dormire in Lapponia

In Lapponia c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda gli alloggi. Dalle soluzioni un po’ più economiche (anche se Lapponia ed economico non vanno di pari passo) come gli ostelli o gli appartamenti con cucina e spesso con sauna privata, agli hotel più o meno rinomati. Noi personalmente optiamo sempre per gli appartamenti con cucina per due semplici motivi: possiamo risparmiare sul costo dei pasti, che in Lapponia costano davvero tanto, e siamo liberi da qualsiasi orario potendo tornare e uscire quando vogliamo. Vi consigliamo di prenotare gli alloggi con largo anticipo per poter trovare qualche tariffa vantaggiosa, soprattutto in inverno, periodo di alta stagione. Arrivando troppo sotto data rischierete di trovare già tutto pieno oppure rischierete di trovare disponibilità negli alloggi più costosi.

Per chi invece cerca qualcosa di un po’ più particolare ci sono diverse soluzioni come il bellissimo Kakslauttanen Arctic Resort (qui il racconto della nostra esperienza) con i suoi igloo di vetro che ti permetteranno di addormentarti sotto il cielo stellato o, con un po’ di fortuna, l’aurora boreale che danza nel cielo, oppure il Northern Light Village con le sue Aurora Cabins con tetto panoramico in vetro. Per i più temerari invece ci sono gli Snow Hotel con le loro camere a tema realizzate completamente di ghiaccio e neve. O ancora i Tree Resort realizzati completamente sugli alberi. Inutile dire che alloggiare in queste strutture particolari farà lievitare di molto il prezzo del viaggio, vero? Si parte da circa 250€ a notte fino ad arrivare anche a 500/600€ a notte a persona.

SnowHotel Kirkenes
SnowHotel Kirkenes

Utilizzo del drone in Lapponia

Durante il vostro viaggio in Lapponia potrete tranquillamente utilizzare il drone senza bisogno di richiedere particolari permessi, purché rispettiate determinate regole di sicurezza e rispettiate persone ed animali. Ci sono delle regole base da seguire praticamente in qualsiasi posto si visiti, che sono:

  • tutti i droni devono essere guidati in maniera premurosa onde evitare danni a velivoli, persone, uccelli o animali
  • devi sempre rispettare la sicurezza e la privacy degli altri, perciò è vietato sorvolare altre persone e le loro proprietà, incluse ad esempio le loro barche, le loro slitte trainate da cani, le loro motoslitte e le loro tende
  • il drone deve sempre essere ben visibile all’operatore in modo da mantenerne sempre il pieno controllo
  • è vietato far volare il drone nelle vicinanze di aeroporti (distanza minima 5 km), zone militari, ambasciate e prigioni
  • Non è permesso far volare il drone nelle vicinanze di un incidente o temporanee zone a rischio stabilite dalle Forze dell’Ordine
  • è vietato far volare il drone se si è sotto l’influenza di alcool, droghe o qualsiasi altra sostanza stupefacente. In caso contrario si è perseguibili per legge.

A seconda del posto in cui ci si trova, alcune regole possono variare come le seguenti:

❄ Finlandia: si può far volare il drone sia durante le ore diurne sia durante le ore notturne ad altezza massima di 120 metri dal suolo e dal mare e a distanza non inferiore a 150 metri dalle persone, dagli edifici e dal traffico stradale, navale e aereo. La distanza del drone dall’operatore non deve superare i 500 metri. Non è obbligatorio ma è altamente consigliabile informate la Finnish Transport Safety Agency riguardo alle tue intenzioni, fornendogli inoltre i tuoi dati e i dati del drone. Inoltre devi scrivere sul drone il tuo nome, cognome e le tue informazioni di contatto, come email o telefono.

❄ Norvegia: si può far volare il drone solo durante le ore diurne ad altezza massima di 120 metri dal suolo e dal mare e a distanza non inferiore a 150 metri dalle persone, dagli edifici e dal traffico stradale, navale e aereo.

❄ Svezia: si può far volare il drone sia durante le ore diurne sia durante le ore notturne, solo se se il drone è equipaggiato con l’illuminazione necessaria per i voli notturni, ad altezza massima di 120 metri dal suolo e dal mare e a distanza non inferiore a 150 metri dalle persone, dagli edifici e dal traffico stradale, navale e aereo. Con le nuove leggi introdotte a Febbraio 2018 non è più necessario richiedere il permesso per pilotare droni che pesano meno di 7 kg utilizzati a scopo ricreativo, tuttavia però il drone deve essere contrassegnato con il tuo nome e il tuo numero di telefono. Sul sito di Transport Styrelsen potete trovare le regole aggiornata e i moduli per la richiesta di particolari permessi.

❄ Russia: al momento non è più necessario registrare qualsiasi drone che supera i 250 grammi sul sito della Federal Air Transport Agency (Rosaviatsia), ma vi invitiamo a consultare comunque il sito ufficiale prima di partire dato che le leggi riguardo l’utilizzo dei droni in Russia stanno continuamente cambiando. Si può far volare il drone solo durante le ore diurne e solo con buone condizioni atmosferiche.

Chi utilizza il drone è direttamente responsabile per qualsiasi danno provocato a persone, cose o animali. Prima di partire vi consigliamo di stipulare un’assicurazione apposita.

Lapponia
Organizzare un viaggio in Lapponia – Utilizzo del drone

Banche, pagamenti e costo della vita – contanti e carte di credito

In Lapponia finlandese è in vigore l’euro. La maggior parte dei negozi, hotel e ristoranti accettano le carte di credito (e bancomat) dei circuiti VISA e MasterCard, Diner’s Cluba e American Express. Solitamente viene accettata anche la Visa Electron, circuito della Poste Pay. Le banche sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 16.15 circa.

La valuta della Lapponia svedese è la corona svedese (krona). Si possono cambiare i soldi prima della partenza oppure in qualsiasi banca, stazione ferroviaria o nei centri di cambio. Noi consigliamo sempre di prelevare agli sportelli ATM per avere il tasso di cambio ufficiale corrente. La maggior parte dei negozi, stazioni di servizio, hotel e ristoranti accettano le carte di credito (e bancomat) dei circuiti VISA e MasterCard, le American Express sono sottoposte a restrizioni, o, se concordato in anticipo, accettano il pagamento in contanti in euro. Le banche sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 15.00 e il giovedì alcune banche restano aperte fino alle 17.30.

La valuta della Lapponia norvegese è la corona norvegese (kroner). Si possono cambiare i soldi prima della partenza oppure in qualsiasi banca o nei centri di cambio. Noi consigliamo sempre di prelevare agli sportelli ATM per avere il tasso di cambio ufficiale corrente. La maggior parte dei negozi, stazioni di servizio, hotel e ristoranti accettano le carte di credito (e bancomat) dei circuiti VISA e MasterCard o, se concordato in anticipo, accettano il pagamento in contanti in euro. Le banche sono aperte dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 15.30 e il giovedì alcune banche restano aperte fino alle 17.00.

La valuta della Lapponia russa è il rublo e nessun esercente accetta pagamenti in altre valute. Non è possibile cambiare i soldi prima della partenza ma si dovrà farlo una volta arrivati in Russia in aeroporto, in qualsiasi banca, in alcuni hotel o nei centri di cambio. Nelle località meno turistiche è possibile cambiare i soldi presso la banca nazionale chiamata Sberbank e nella stazione ferroviaria. Noi consigliamo sempre di prelevare agli sportelli ATM per avere il tasso di cambio ufficiale corrente. Il pagamento con carte di credito è stato introdotto recentemente.

Le principali carte di credito (e bancomat) accettate sono quelle dei circuiti VISA, MasterCard e American Express e vengono accettate dai locali solitamente più cari e turistici. Può capitare però che anche in questi locali vi venga rifiutato il pagamento con la carta in quanto cercano di evitare il pagamento delle commissioni. Le banche sono aperte dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 20.00 circa.

Inutile dire che il costo della vita è molto alto nella Lapponia scandinava, come in tutti i paesi nordici, ma sinceramente mi sarei aspettata prezzi molto più alti. Organizzare un viaggio in Lapponia con largo anticipo e con qualche accorgimento aiuta a risparmiare molto, come ad esempio il non uscire a pranzo e a cena tutti i giorni e il preferire ostelli o appartamenti con la cucina. Noi abbiamo sempre fatto la spesa al supermercato quasi tutti i giorni e abbiamo constatato che alcuni prezzi non sono esageratamente più alti rispetto agli standard, fatta eccezione per frutta e verdura. Il prezzo del carburante invece è simile o poco più alto rispetto all’Italia. La Lapponia russa invece è la meno cara, il costo della vita è basso, gli alloggi e le escursioni hanno prezzi ragionevoli. Inoltre il volo non costa tanto in più rispetto alla sua vicina scandinava.

Lapponia
Viaggio in Lapponia – Halo

Elettricità e prese elettriche

In Lapponia finlandese, svedese, norvegese e russa le prese elettriche sono di due tipi: la C e la F, entrambe a due poli come quelle utilizzate in Italia. Il voltaggio è di 230 V con una frequenza di 50 Hz per la parte scandinava e di 220 V con una frequenza di 50 Hz per la parte russa.

Telefonia e internet

❄ Il sistema di telefonia in Lapponia finlandese è il GSM 900/1800 e la copertura di rete è presente in tutto il Paese. Potete inoltre navigare su internet utilizzando il roaming dati e il piano tariffario o l’offerta che utilizzate solitamente in Italia, ma informatevi prima di partire con la vostra compagnia telefonica riguardo ad eventuali limitazioni o costi aggiuntivi. I principali operatori telefonici sono Sonera, DNA ed Elisa e il prefisso che i vostri cari devono utilizzare per chiamarvi è lo 00358.

❄ Il sistema di telefonia in Lapponia svedese è il GSM 900/1800 e la copertura di rete è presente in tutto il Paese, ma a Nord non è sempre garantita soprattutto nelle zone interne. Potete inoltre navigare su internet utilizzando il roaming dati e il piano tariffario o l’offerta che utilizzate solitamente in Italia, ma informatevi prima di partire con la vostra compagnia telefonica riguardo ad eventuali limitazioni o costi aggiuntivi. I principali operatori telefonici sono Telia mobile, Tele2 e Telenor e il prefisso che i vostri cari devono utilizzare per chiamarvi è lo 0046.

❄ Il sistema di telefonia in Lapponia norvegese è il GSM 900/1800 e la copertura di rete è presente in tutto il Paese. Potete inoltre navigare su internet utilizzando il roaming dati e il piano tariffario o l’offerta che utilizzate solitamente in Italia, ma informatevi prima di partire con la vostra compagnia telefonica riguardo ad eventuali limitazioni o costi aggiuntivi. I principali operatori telefonici sono Telenor Mobil, NetCom e Automobil Invest e il prefisso che i vostri cari devono utilizzare per chiamarvi è lo 0047.

❄ Il sistema di telefonia in Lapponia russa è il GSM 900/1800 e il 3G 2100 e la copertura di rete è presente in tutto il Paese. I principali operatori telefonici sono Tele2, MTS, Beeline e Megafon e il prefisso che i vostri cari devono utilizzare per chiamarvi è lo 007. Noi vi consigliamo di acquistare una SIM locale direttamente all’arrivo in aeroporto e costano circa 300/400 rubli. MTS e Beeline sono le più consigliate. È abbastanza diffuso anche il wi-fi gratuito per poter navigare in internet.

Dog sledding
Dog sledding in Lapponia

Adesso siete pronti per organizzare un viaggio in Lapponia! Date un’occhiata anche a questi articoli, potrebbero esservi utili:

Non perdetevi la nostra guida Artico: un mondo da proteggere oltre il Circolo Polare Artico e la nostra Photo Gallery! Per approfondimenti sulle popolazioni dell’Artico date un’occhiata al nostro progetto People of the Arctic: un viaggio alla scoperta degli abitanti dell’Artico.

12 Comments

  • lucia ragucci
    6 Novembre 2019 at 22:51

    salve vorrei andare in lapponia con mia figlia adulta potresi indicarmi periodo migliore per vedere aurora se maggio va bene e se meglio finlandia o norvegia .anche se spiegato bene mi farebbe piacere un consiglio poi per i costi forse non cambia molto io sono di napoli.grazie

    Reply
    • Elisa Polini
      7 Novembre 2019 at 10:11

      Ciao Lucia,
      No maggio non va bene per osservare l’Aurora Boreale. Il periodo per poterla osservare va da fine agosto a inizio aprile circa, a seconda della latitudine del posto in cui ti recherai.
      Vanno benissimo sia Finlandia sia Norvegia, dipende tutto da cosa vi interessa fare, visitare e vedere.
      Se cerchi i classici paesaggi lapponi da cartolina, con alberi innevati e colori pastello, allora ti consiglio la Lapponia (zona Inari, oppure Yllas/Kittila/Levi, oppure Kuusamo).
      Se invece cerchi fiordi a picco sul mare e montagne allora ti direi Norvegia (Senja, Lofoten, Tromso, Kirkenes e tutto il nord va benissimo).
      Se hai bisogno di altre informazioni siamo qua!
      Buona giornata,
      Elisa

      Reply
  • GIANLUCA
    4 Agosto 2018 at 14:35

    bellissimo e dettagliato articolo complimenti!!!

    Reply
    • Elisa Polini
      6 Agosto 2018 at 9:43

      Ciao Gianluca,
      Grazie mille, siamo contenti che l’articolo ti sia piaciuto! 🙂

      Reply
  • Francesca
    18 Dicembre 2017 at 0:30

    Ragazzi che bell’articolo! Dettagliatissimo e molto utile.. lo salvo per un possibile viaggio fai da te :*

    Reply
    • Elisa Polini
      18 Dicembre 2017 at 9:39

      Grazie mille Francesca 🙂
      Per altre info siamo sempre a disposizione!

      Reply
  • Eleonora
    17 Dicembre 2017 at 9:19

    Bellissimo, mi avete veramente fatto venire voglia di partire subito per la Lapponia! Prima o poi spero proprio di riuscirci!

    Reply
    • Elisa Polini
      17 Dicembre 2017 at 13:58

      Grazie Eleonora, ne siamo felici! 🙂 ti auguriamo di riuscire ad andarci presto!

      Reply
  • Martina
    2 Dicembre 2017 at 10:20

    Dettagliatissimo! Complimenti! Trovo l’articolo molto utile e soprattutto bellissimo! Non ho in programma di andare da queste parti per il momento, ma un giorno mi piacerebbe!

    Reply
  • TaiAna
    30 Novembre 2017 at 23:57

    Ciao! Anche noi stiamo pianificando un viaggio in Lapponia e devo dire che molte cose non le sapevo. Grazie mille per il tuo articolo!

    Reply
    • Elisa Polini
      1 Dicembre 2017 at 12:08

      Ciao Taiana. Grazie mille per il tuo feedback, ci fa davvero piacere che ti sia stato utile!
      Dove andrai di bello? 🙂

      Reply

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.