Menu
Europa / Lapponia / Norvegia

Tromso: cosa vedere e cosa fare nella Capitale Artica

Tromso, la città più grande della Norvegia del Nord, è da sempre conosciuta per essere la Porta dell’Artico, un famoso punto di partenza per la caccia di foche e balene e per le spedizioni polari. Tra le più famose, non possiamo non citare quelle di Amundsen, Nansen e Nobile. Quassù ci troviamo circa 350 chilometri a Nord del Circolo Polare Artico, dove Aurora Boreale e Sole di Mezzanotte sono i protagonisti indiscussi dell’inverno e dell’estate artica.

Nota anche come la Capitale dell’Artico e la Parigi del Nord, la città è divisa in tre parti: il centro cittadino è situato sull’isola di Tromsøya, mentre il resto della città si estende dalla Tromsdalen all’isola di Kvaløya (Isola delle Balene).

Tromso è una delle città norvegesi che vantano la certificazione di Destinazione Sostenibile ed è abbastanza carina da visitare. È una città ricca di storia e cultura, circondata da montagne e fiordi meravigliosi e la si può visitare tranquillamente in due o tre giorni. In questo articolo vi diamo tutte le informazioni per organizzare una visita di Tromso nel migliore dei modi.

Cosa vedere a Tromso: guida alla Capitale dell’Artico

Cattedrale dell'Artico di Tromso
Cattedrale dell’Artico di Tromso

Un po’ di storia!

La zona di Tromso è abitata fin dall’ultima Era Glaciale, come dimostrato da alcuni reperti archeologici di antichi insediamenti umani rinvenuti. Le prime fonti storiche che si hanno su Tromso risalgono all’epoca medievale, quando qui vissero diverse popolazioni come i Norreni e i Sami.

Nel 1252 Re Haakon IV di Norvegia fece costruire la prima chiesa sull’isola di Tromsoya, che a quel tempo era la chiesa più settentrionale al Mondo. Contemporaneamente alla chiesa, fece costruire una cinta muraria per difendere la zona dalle incursioni nemiche dalla Carelia e dalla Russia. A quei tempi, Tromso era una città di frontiera, titolo perso successivamente con il progressivo arretramento del confine fino all’odierna posizione.

Nel XVIII secolo, nonostante i suoi pochi abitanti, Tromso si guadagnò lo status di città da Re Cristiano VII di Danimarca. Da allora l’importanza della città continuò a crescere, anche dal punto di vista economico grazie alle attività marittime e ai cantieri navali. Verso la fine del XIX secolo Tromso divenne un importante centro di scambi commerciali da cui partivano anche le prime spedizioni artiche. Da qui passarono esploratori del calibro di Roald Amundsen, Fridtjof Nansen e Umberto Nobile.

Il XX secolo fu invece segnato dalla Seconda Guerra Mondiale, periodo nel quale Tromso divenne, momentaneamente, capitale della Norvegia. Nonostante non subì danni, la città visse comunque l’incubo bellico in quanto, poco distante, fu affondata la Tirpitz, una nave da battaglia tedesca della Kriegsmarine, e nel 1942 fu aperto il campo di concentramento nazista di Krøkebærsletta in cui transitarono oltre 2.000 prigionieri, successivamente inviati ad altri lager tra Norvegia e Germania.

Terminata la guerra, Tromso accolse migliaia di rifugiati dalla vicina contea del Finnmark, rasa al suolo dai tedeschi in fuga. Da allora l’espansione della città è stata rapida, grazie anche all’accorpamento dei vicini comuni, fino ad arrivare a ciò che possiamo vivere e visitare oggi.

Tromso: Statua di Roald Amundsen fuori dal Polarmuseet
Tromso: Statua di Roald Amundsen fuori dal Polarmuseet

Cosa vedere a Tromso

Come vi abbiamo accennato prima, data la sua posizione estrema, a Tromso è possibile vivere sia la Notte Polare che il Sole di Mezzanotte. Dalla fine di Novembre alla metà di Gennaio circa il Sole non sale mai sopra l’orizzonte, mentre dalla metà di Maggio alla metà di Luglio circa il Sole non tramonta mai. Questi due periodi sono la prima cosa da tenere a mente quando organizzate il vostro viaggio a Tromso.

Tromso è la città universitaria più a Nord del Mondo e vanta un ricco calendario di attività culturali e un’animata vita notturna nei suoi tanti pub. Durante il giorno invece offre diversi luoghi interessanti da visitare, sia in centro che fuori.

Il centro di Tromso

Il piccolo e grazioso centro di Tromso ospita il più alto numero di case antiche in legno di tutta la Norvegia settentrionale. Lungo la via principale e pedonale (Storgata) si trovano la maggior parte degli edifici sopravvissuti prima alla Seconda Guerra Mondiale e poi all’incendio del 1969 che distrusse la città.

La casa più antica risale al 1789, mentre in piazza Stortorvet si trovano il vecchio Municipio, risalente al 1864 e che ha ospitato per oltre un secolo la stazione di polizia e la prigione, e il Padiglione della Musica, risalente al 1892. Sempre in piazza si trova il Rakettkiosken, il chiosco più antico della città, aperto come edicola dei giornali nel 1911.

La Cattedrale di Tromso

Nel centro città si trova inoltre la splendida Cattedrale di Tromso (Tromsø Domkirke), la cattedrale protestante più a Nord del Mondo, nonché una delle più grandi chiese costruite interamente in legno in Norvegia.

La cattedrale sorge nel luogo in cui Re Haakon IV di Norvegia fece costruire, nel 1252, la prima chiesa di Tromso come cappella reale. A questa piccola chiesa ne sono succedute altre due, una nel 1711 e una nel 1803, prima di iniziare la costruzione dell’attuale chiesa, realizzata tra il 1860 e il 1880.

Al suo interno è molto bella e caratteristica, con ampi spalti laterali, un altare e un dipinto che raffigura la resurrezione. Al suo interno ospita anche due organi: uno antico e manuale risalente al 1863 e uno elettrico risalente al 2017.

La Cattedrale dell’Artico

La Cattedrale Artica (Ishavskatedralen), costruita nel 1965, è l’edificio simbolo della città grazie alla sua particolare struttura ispirata al paesaggio della Norvegia del Nord. Gli 11 pannelli di cemento rivestiti in alluminio, situati su ciascun lato del tetto, ricordano vagamente la forma dei blocchi del ghiaccio marino che si scontrano tra di loro, ma anche la punta di un iceberg o una tenda Sami.

Al suo interno è molto spoglia, ma merita una visita solo per poter ammirare la grande vetrata a mosaico. Raffigura la mano di Dio da cui si dipartono tre raggi di luce: uno attraverso Gesù, uno attraverso una donna e uno attraverso un uomo. L’organo della chiesa ha 2.940 tubi ed è stato realizzato nel 2005 in stile moderno, in perfetta armonia con il resto della struttura.

🕑 Orari: la cattedrale è aperta tutti i giorni da Gennaio a Maggio e da metà Agosto a Dicembre dalle 13.00 alle 17.00 (mercoledì dalle 14.00 alle 17.00), da Giugno a metà Agosto dalle 9.00 alle 18.00 (domenica dalle 13.00 alle 18.00). È chiusa il 17 Maggio per la Festa della Costituzione.

💲 Costi: l’ingresso alla cattedrale costa NOK 70,00 (circa € 6,10).

🚌 Come arrivare: la cattedrale è raggiungibile in circa 25 minuti a piedi dal centro della città, attraversando il ponte, oppure con l’autobus delle linee 20, 24, 26 o 28 in partenza vicino alla piazza principale.

Il Polarmuseet (Museo Polare)

Poco distante dal centro si trova il Polarmuseet, il Museo Polare di Tromso, che racconta la storia dell’Artico e la storia della città. Il museo è stato inaugurato il 18 Giugno 1978 in occasione del 50° anniversario del fatidico volo di Roald Amundsen a bordo del Latham. L’edificio in cui è ospitato risale al 1830 ed è stato utilizzato come deposito doganale fino agli anni ’70. L’edificio adiacente, risalente al 1840, ospita invece l’amministrazione del museo.

Al suo interno il museo ospita diverse sale che raccontano delle spedizioni di caccia alle isole Svalbard avvenute tra il XVII e il XX secolo. Queste prime spedizioni di caccia si concentravano maggiormente sui trichechi, sulle foche e sulle renne, per poi passare anche alle balene. Il rapido declino della popolazione di trichechi, nel XX secolo spostò l’attenzione sulla caccia delle volpi artiche e degli orsi polari, arrivando fino in Groenlandia per cacciare i buoi muschiati.

Altre sale del museo ospitano invece diverse mostre sulle prime spedizioni di ricerca al Polo Nord. La prima sala ospita i modellini di cinque aerei famosi che hanno fatto la storia delle spedizioni nell’Artico tra il 1897 e il 1928. Tra questi compaiono l’idrovolante con cui Amundsen tentò di raggiungere il Polo Nord nel 1925 e il Dirigibile Norge con cui Amundsen nel 1926, insieme a Nobile, sorvolò il Polo Nord per la prima volta. Le sale successive sono invece dedicate alle storiche imprese di Roald Amundsen e Fridtjof Nansen.

Prendetevi un po’ di tempo per passeggiare tra vecchi oggetti dell’epoca e fotografie in bianco e nero per immergervi nella storia e nelle imprese compiute da questi coraggiosi esploratori.

🕑 Orari: il museo è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00. È chiuso l’1 e il 17 Maggio.

💲 Costi: l’ingresso al museo costa NOK 100,00 (circa € 8,80). Gratuito per studenti e ragazzi sotto i 18 anni. Si può acquistare il biglietto combinato Museo dell’Università dell’Artico, Museo della MV Polstjerna e Museo Polare al costo di NOK 150,00 (circa € 13,10).

La Fortezza di Skansen

Il Museo Polare si trova nella parte più vecchia della città, dove si trova l’edificio più antico di Tromso: la Fortezza di Skansen. La fortificazione fu costruita su un promontorio nel punto più stretto del Tromsø Sound ed era circondata dal mare su tre lati e da un fossato con acqua sulla terraferma.

La datazione della fortificazione non è certa e varia dall’XI al XV secolo, anche se sembrerebbe essere stata citata nel XIII secolo insieme alla costruzione della prima chiesa di Tromso. Skansen, insieme ai sette edifici costruiti tra il 1789 e il 1850 che formano la vecchia dogana, è diventato un edificio storico nel 2000.

Il Museo dell’Università dell’Artico di Tromso

Merita una visita anche il Norges Arktiske Universitetsmuseum, il Museo dell’Università dell’Artico di Tromso, la più antica istituzione scientifica nel Nord della Norvegia. Al suo interno si trovano diverse mostre che approfondiscono la storia e la cultura dei Sami, sull’Aurora Boreale e sulla vita dei Vichinghi.

🕑 Orari: il museo è aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle 11.00 alle 17.00. È chiuso l’1 e il 17 Maggio.

💲 Costi: l’ingresso al museo costa NOK 100,00 (circa € 8,80). Gratuito per studenti e ragazzi sotto i 18 anni. Si può acquistare il biglietto combinato Museo dell’Università dell’Artico, Museo della MV Polstjerna e Museo Polare al costo di NOK 150,00 (circa € 13,10).

Il Museo della MV Polstjerna

Un altro museo interessante da visitare a Tromso è il Museo della MV Polstjerna (MV Stella Polare), una nave utilizzata per la caccia alle foche. È stata costruita nel 1949 ed è stata progettata appositamente per resistere alle condizioni dell’Oceano Artico. La nave ha navigato per 33 stagioni di caccia e ha portato a casa, purtroppo, più di 97.000 foche.

È andata in pensione nel 1981 e, nello stesso anno, la nave fu rilevata dalla Arktisk Forening (l’Arctic Society). Nel 2005 è stato inaugurato il museo coperto dove ora si trova la MV Polstjerna ed è possibile visitarla al suo interno. Con l’aiuto di un’audioguida è possibile ascoltare la storia della caccia alle foche avvenuta a bordo della MV Polstjerna.

Il museo ospita anche la mostra Snowhow, che racconta di ciò che gli esploratori polari del calibro di Amundsen e Nansen hanno imparato dalle popolazioni indigene dell’Artico.

🕑 Orari: il museo è aperto tutti i giorni dalle 11.00 alle 17.00. È chiuso l’1 e il 17 Maggio.

💲 Costi: l’ingresso al museo costa NOK 50,00 (circa € 4,40). Gratuito per studenti e ragazzi sotto i 18 anni. Si può acquistare il biglietto combinato Museo dell’Università dell’Artico, Museo della MV Polstjerna e Museo Polare al costo di NOK 150,00 (circa € 13,10).

Il Polaria

Un’altra tappa interessante è il Polaria, acquario più a Nord del Mondo e centro di ricerca istituito nel 1998 per diffondere le ricerche svolte presso il FRAM – High North Center for Climate and Environmental Research. Non a caso, la struttura dell’edificio rappresenta i banchi di ghiaccio spinti a riva nelle regioni artiche.

Lo scopo principale della struttura è aumentare la consapevolezza dell’impatto che le nostre azioni hanno sul clima e sull’ambiente. Oltre alle mostre, al suo interno si trova un piccolo acquario con pesci, molluschi e piante dell’Artico, tra cui il merluzzo e il granchio reale. L’acquario ospita anche quattro foche: due foche barbute e due foche comuni. Ecco, l’unica cosa che abbiamo trovato un po’ triste è lo spettacolo messo in piedi nell’orario in cui gli addetti danno da mangiare alle foche. Se desiderate vederle nel loro ambiente naturale, venite con noi alle Svalbard!

🕑 Orari: il centro è aperto tutti i giorni da Settembre a Maggio dalle 11.00 alle 16.00 e da Giugno ad Agosto dalle 10.00 alle 17.00. È chiuso il 17 Maggio.

💲 Costi: l’ingresso al centro costa NOK 220,00 (circa € 19,20) per gli adulti e NOK 110,00 (circa € 9,60) per i bambini dai 3 ai 15 anni.

Vista panoramica dalla Funivia Fjellheisen

Se il cielo è sereno e la visibilità è buona, approfittatene per salire con la Funivia Fjellheisen sul monte Storsteinen, a circa 421 metri d’altezza. Da quassù si gode di una splendida vista panoramica su Tromso e le sue isole, circondati da uno dei paesaggi più belli che si possono ammirare quassù. Non per niente questo monte è anche soprannominato il Tetto d’Europa.

La funivia parte circa ogni mezz’ora e ci impiega circa 4-5 minuti a raggiungere la cima. In alternativa, se vi sentite pieni d’energia e avete tempo potete salire i circa 1.300 scalini (Sherpatrappa) fino in cima al monte. Una volta giunti in cima troverete un piccolo bar-ristorante.

🕑 Orari: la funivia funziona tutto l’anno, in inverno (1 Agosto – 31 Maggio) dalle 10.00 alle 23.00 e in estate (1 Giugno – 31 Luglio) dalle 9.00 alla 1.30 di notte.

💲 Costi: il biglietto per la funivia costa NOK 395,00 (circa € 34,55) per gli adulti e NOK 200,00 (circa € 17,40) per i bambini. Potete prenotare i biglietti online.

🚌 Come arrivare: potete raggiungere la funivia in circa 15 minuti dal centro città. Potete prendere il Fjellheisen Shuttle Bus che parte da Kirkegata 1 o Torgsenteret oppure l’autobus 26.

Mack Ølbryggeri

Se vi avanza tempo, visitate anche lo storico birrificio Mack, fondato nel 1877, nel quale vengono prodotte 18 birre differenti. Una più buona dell’altra. Per molto tempo è stato il detentore del primato di birrificio più a Nord del Mondo, oggi superato però dallo Svalbard Bryggeri. Qui potete effettuare una visita guidata del birrificio, per poi andare a degustare qualche birra nello storico pub adiacente, l’Ølhallen Pub, il più antico di Tromso aperto nel 1928.

Tromso: Birrificio Mack
Tromso: Birrificio Mack

Northern Lights Planetarium

Se desiderate imparare di più sull’Aurora Boreale, vi consigliamo di visitare il Northern Lights Planetarium, il planetario più grande della Norvegia. Qui, tutti i giorni, viene proiettato un interessante documentario che racconta dell’Aurora Boreale nella scienza, nella storia e nel mito. Ma si parla anche di costellazioni del cielo notturno e di viaggi attraverso il sistema solare e attraverso l’universo fino a galassie lontane.

🕑 Orari: il planetario è aperto tutti i giorni, tutto l’anno, da metà Giugno a metà Agosto dalle 10.00 alle 17.00, mentre il resto dell’anno dalle 11.00 alle 16.00. È chiuso il 1 Gennaio, il 17 Maggio e il 24-25-26-31 Dicembre.

💲 Costi: il biglietto per la funivia costa NOK 130,00 (circa € 11,30) per gli adulti e NOK 70,00 (circa € 6,10) per i bambini.

🚌 Come arrivare: potete raggiungere il planetario con gli autobus 20, 22 e 34.

Northern Lights Planetarium di Tromso
Northern Lights Planetarium di Tromso

Arctic–Alpine Botanic Garden

Un viaggio a Tromso in estate non è completo senza una visita all’Arctic-Alpine Botanic Garden, il giardino botanico più a Nord del Mondo con piante artiche e alpine provenienti da tutti i continenti. Il periodo più bello per visitarlo è durante la fioritura, che inizia solitamente ad inizio Maggio e continua fino all’arrivo della neve, solitamente ad Ottobre.

Al suo interno, tra le tante, ospita diverse specie di piante provenienti dal Sud America, dall’Africa, i papaveri blu himalayani del Tibet e diversi fiori delle Isole Falkland.

Il giardino botanico è aperto tutto l’anno, non ci sono recinzioni né cancelli e l’ingresso è gratuito.

🕑 Orari: il giardino botanico è aperto tutto l’anno 24 ore su 24, non ci sono recinzioni né cancelli.
💲 Costi: gratuito.
🚌 Come arrivare: potete raggiungere il giardino con gli autobus 20, 33 e 42.

Cosa fare a Tromso

Tromso è una città che si può visitare durante tutto l’anno, ma le escursioni variano a seconda del periodo scelto. Durante il periodo invernale la città e i dintorni regalano il meglio di se, permettendo di fare escursioni uniche e, con un po’ di fortuna, di ammirare l’Aurora Boreale danzare nel cielo. In estate invece la natura torna a risvegliarsi, regalando la possibilità di vivere il paesaggio a piedi o in barca. Vediamo insieme quali attività è possibile fare nei vari periodi.

❄︎ Escursioni a Tromso in inverno

La stagione invernale è quella che più preferiamo ed è quella che, secondo noi, permette di prendere parte ad escursioni meravigliose. Quassù l’inverno inizia circa a fine Ottobre e può durare fino ad Aprile inoltrato, con i mesi di Dicembre e Gennaio in cui regna la Notte Polare.

❄︎ Ammirare l’Aurora Boreale: avere la fortuna di poter ammirare la Dama Verde danzare nel cielo è un’emozione che auguriamo a tutti di provare almeno una volta nella vita. A Tromso è possibile osservarla da fine Agosto ad inizio Aprile circa e uno dei luoghi più belli dove ammirarla è dalla cima della funivia Fjellheisen. Noi però vi consigliamo di allontanarvi il più possibile dalle luci della città e per farlo, se non avete l’auto a noleggio, potete prendere parte a dei tour organizzati. Tra i tanti, vi consigliamo i seguenti (soprattutto quelli in motoslitta e slitta trainata dai cani che regalano emozioni indescrivibili):

❄︎ Escursione in slitta trainata dagli husky: questa escursione è la nostra preferita e non perdiamo mai occasione per farla e rifarla ogni volta. Contrariamente a ciò che alcuni possono pensare, gli husky sono nati per correre e loro non vedono l’ora di sfrecciare con i loro ospiti nelle foreste innevate. Tra le tante disponibili, noi vi consigliamo di valutare le seguenti:

❄︎ Visita ad una fattoria di renne: un’altra bella escursione a cui prendere parte è la visita di una fattoria di renne gestita dai Sami. Qui la guida vi racconterà un po’ della storia e delle tradizioni Sami, per poi farvi avvicinare alle renne e, perché no, dargli qualcosa da mangiare. Tra le tante escursioni, noi vi consigliamo le seguenti:

Kirkenes: Husky Safari sul fiordo ghiacciato
Husky Safari sul fiordo ghiacciato

❄︎ Avvistamento balene e orche: un’altra escursione che noi non perdiamo mai occasione di fare, che sia nell’Artico o da qualsiasi altra parte del Mondo, è l’avvistamento balene. Quassù, oltre a questi splendidi animali, è possibile osservare anche le orche. I mesi migliori per quest’ultime sono Dicembre e Gennaio. Tra le tante escursioni, vi consigliamo le seguenti:

❄︎ Escursione in motoslitta nei dintorni di Tromso: queste escursione vi permette di scoprire i dintorni di Tromso, difficilmente raggiungibili diversamente, le spettacolari Alpi di Lyngen. Potete prenotarla qua: Safari in motoslitta nelle Alpi di Lyngen.

❄︎ Crociera tra i fiordi: questa può sembrare un’escursione prevalentemente estiva, ma anche in inverno i fiordi nei dintorni di Tromso meritano di essere visti. Ovviamente le barche sono dotate di zone al chiuso dove poter rimanere al caldo durante la navigazione. Potete prenotare l’escursione qua: Crociera tra i fiordi artici.

Itinerario in Lapponia: whale watching a Tromso
Itinerario in Lapponia: whale watching a Tromso

☀︎ Escursioni a Tromso in estate

La stagione estiva regala invece giornate infinite, soprattutto nei mesi tra Maggio e Luglio quando il Sole non scende mai al di sotto dell’orizzonte. In questi mesi si verifica infatti il fenomeno del Sole di Mezzanotte, esattamente l’opposto della Notte Polare. Tutte queste ore di luce permettono di ottimizzare al massimo il tempo, soprattutto se ne avete poco a disposizione.

☀︎ Escursione tra i fiordi norvegesi: come per l’inverno, anche in estate è possibile prendere parte ad un’escursione in barca in mezzo ai maestosi fiordi norvegesi. Questa escursione non solo permette di ammirare un paesaggio mozzafiato, ma permette di osservare anche le splendide aquile di mare, le pulcinella di mare e tanti altri animali. Tra le tante, vi consigliamo le seguenti:

☀︎ Trekking: i dintorni di Tromso offrono diversi sentieri di trekking, per tutti i livelli, che portano alla scoperta di panorami mozzafiato. Un’esperienza un po’ diversa è l’Husky Trekking con pranzo, una passeggiata accompagnati da questi splendidi animali, oppure un trekking di addestramento con i cuccioli.

Gironzolando per Tromso
Gironzolando per Tromso

Come arrivare a Tromso

Tromso, nonostante la sua posizione nell’estremo Nord norvegese, è una città ben collegata con Oslo e il resto d’Europa. Il modo migliore e più veloce per raggiungere Tromso è senza dubbio l’aereo. L’Aeroporto di Tromsø-Langnes si trova a soli 5/6 chilometri dal centro cittadino, raggiungibile con un autobus delle linee 24, 40 e 42. Ci sono più di 10 voli giornalieri che collegano Oslo a Tromso, con compagnie come SAS, Widerøe e Norwegian, e il volo dura circa 1 ora e 40 minuti.

Una volta raggiunta la città vi consigliamo poi di noleggiare un’auto e visitare anche i dintorni di Tromso o, perché no, spingervi fino ad Alta e Capo Nord. Per noleggiare l’auto noi usiamo spesso DiscoverCars, il quale paragona diverse compagnie di noleggio auto e vi proporrà le soluzioni più vantaggiose.

Se desiderate invece raggiungere Tromso con i mezzi pubblici da altre zone della Norvegia, preparatevi a perdere un po’ di tempo. La soluzione più veloce è una combinazione di treno e autobus. Le stazioni ferroviarie più vicine a Tromso si trovano a Narvik, per i treni provenienti da Abisko, Kiruna e Stoccolma, e a Fauske, per i treni provenienti da Oslo, Bergen e Trondheim. Potete controllare orari e costi sul sito delle ferrovie norvegesi e/o sul sito delle ferrovie svedesi.

Dalle stazioni di Fauske e Narvik dovete poi proseguire fino a Tromso con gli autobus a lunga percorrenza, attivi tutto l’anno. Da Fauske parte alle 08.50 e arriva a Narvik alle 13.30, per poi ripartire alle 15.45 con arrivo a Tromso alle 19.50. Nei mesi estivi e invernali è possibile raggiungere Tromso in autobus anche da Rovaniemi. Potete dare un’occhiata al progetto The Arctic Route, una collaborazione tra Bussring (Norvegia), Eskelisen Lapin Linjat (Finlandia) e SJ (Svezia).

Infine, vi segnaliamo la possibilità di raggiungere Tromso anche via mare. Il postale dei fiordi Hurtigruten e Havila fanno scalo a Tromso due volte al giorno lungo la rotta tra Bergen e Kirkenes.

Dove dormire a Tromso

Di soluzioni per dormire a Tromso ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le necessità, dalle più economiche alle più lussuose. Durante i nostri viaggi a Tromso, negli anni, abbiamo avuto l’occasione di provare diversi hotel, così vi indichiamo di seguito quelli che preferiamo:

❄︎ Clarion Collection Hotel Aurora (da € 160,00): è senza dubbio il più comodo e tra i migliori per rapporto qualità-prezzo. È situato lungo la via pedonale Sjøgata, nel centro di Tromso, a soli 250 metri dal terminal delle navi di Hurtigruten, 500 metri dal Museo Polare e 10 minuti a piedi dal Polaria. È inoltre uno dei pochissimi che include nel prezzo sia la colazione che la cena (entrambe a buffet), oltre a tè, caffè e snack disponibili nel pomeriggio.

❄︎ Thon Hotel Polar (da € 143,00): un altro bel hotel che dispone di camere matrimoniali con bagno privato e che si trova in un’ottima posizione centrale. Dista solo 100 metri dalla via dello shopping Storgata e dalla Cattedrale di Tromso. Nel prezzo è inclusa una ricca colazione a buffet.

❄︎ Enter Viking Hotel (da € 137,00): se desiderate dormire fuori dal casino del centro città, questo è l’hotel giusto per voi. È situato a circa 400 metri dal Polaria e dispone sia di camere matrimoniali con bagno privato che di piccoli appartamenti dotati di angolo cucina (frigo, forno e microonde) perfetto per risparmiare un po’ sul costo dei pasti. Nel prezzo è inclusa la colazione a buffet.

❄︎ Comfort Hotel Xpress (da € 87,00): è la soluzione più economica che si possa trovare in centro a Tromso, a solo 1 minuto a piedi da Storgata, con un giusto equilibrio tra qualità e prezzo. Dispone di camere matrimoniali o doppie sia economiche che standard, tutte con bagno privato, ma non include nel prezzo la colazione.

❄︎ Smart Hotel Tromso (da € 92,00): un’altra soluzione economica con un buon rapporto qualità-prezzo. È situato a soli 200 metri da Storgata e dispone di camere matrimoniali con scrivania e bagno privato. Anch’esso però non include nel prezzo la colazione.

❄︎ Tromsø Lodge & Camping (da € 96,00): una soluzione splendida per chi è dotato di auto a noleggio e desidera restare fuori dal centro cittadino. Questi piccoli lodge si trovano sul Fiume Tromsdalselva, a soli 5 minutidal centro di Tromso, e sono completamente immersi nella natura. Ci sono varie sistemazioni, a seconda del budget a disposizione.

Dove mangiare a Tromso

A Tromso c’è veramente l’imbarazzo della scelta sui luoghi dove mangiare, ma preparatevi a spendere un po’. Mangiare fuori, in Norvegia, è estremamente caro ma ne vale la pena. Durante i nostri viaggi abbiamo avuto modo di provare diversi locali e tra i nostri preferiti sicuramente compaiono:

❄︎ BurgerMan Sentrum: una hamburgeria situata vicino al Polaria con un buon rapporto qualità-prezzo. Se cercate qualcosa di veloce ed abbastanza economico, questo posto fa per voi.

❄︎ Bardus Bistro: non è senza dubbio tra i ristoranti economici, ma serve degli ottimi pasti in stile casalingo, con un menu basato sugli ingredienti e sulla storia culinaria del nord. Vi consigliamo vivamente di provarlo.

❄︎ Skirri: ottimo se desiderate assaggiare la renna, oppure degustare dell’ottimo vitello e il pescato del giorno. Anche questo è abbastanza costoso.

❄︎ Emmas Drømmekjøkken: situato vicino alla Cattedrale di Tromso, anche questo locale è ottimo se desiderate assaggiare il filetto di renna. Anche in questo caso, è tutt’altro che economico.

❄︎ Mathallen: un moderno bistrot che serve piatti tradizionali di carne e pesce realizzati con i migliori ingredienti artici della stagione. Vi consigliamo di prenotare in anticipo.

❄︎ Raketten: situato in un chioschetto in centro città, che serve hot dog (anche vegani) e birra. Perfetto per un pranzo veloce e se avete poco tempo per visitare la città.

❄︎ Ølhallen Pub: ve lo consigliamo per il dopo cena. Qui potete degustare delle ottime birre, scegliendo tra oltre 70 birre alla spina provenienti dalla Norvegia, ma anche da altre parti del Mondo.

Ølhallen Pub di Tromso
Ølhallen Pub di Tromso

Se la Lapponia sarà la vostra prossima destinazione, questi articoli potranno esservi utili:

❄ Informazioni generali sulla Lapponia

❄ Informazioni sull’Aurora Boreale

❄ Lapponia finlandese

❄ Lapponia norvegese e isole

❄ Lapponia svedese

❄ Lapponia russa

Scopri di più sull’Artico iniziando dalla nostra guida Artico: un mondo da proteggere oltre il Circolo Polare Artico e dalla nostra Photo Gallery! Per approfondimenti sulle popolazioni dell’Artico date un’occhiata al nostro progetto People of the Arctic: un viaggio alla scoperta degli abitanti dell’Artico.

No Comments

    Leave a Reply